UCL, Inter con Ancelotti e De Zerbi più la sorpresa moldava: ecco gli avversari

I nerazzurri di Inzaghi si sono allenati nel girone D: scopriamo nel dettaglio le formazioni che affronteranno

Alexandre cavasinni

Urna agrodolce per l’Inter, che nel sorteggio di Istanbul ha pareggiato Real Madrid, Shakhtar Donetsk e Sheriff Tiraspol nella fase a gironi di Champions League 2021/22. Per i nerazzurri, infatti, andrà in scena il remake della scorsa stagione, con l’unico cambio dei moldavi al posto del Borussia MG. Analizziamo nel dettaglio le tre avversarie della squadra di Inzaghi, tenendo presente una curiosità: nel girone D ci saranno tre allenatori italiani su quattro.

REAL MADRID – Carlo Ancelotti può ancora sperare di avere Mbappé (tostissimo), ma intanto coccola e approfitta dell’eterno Benzema. Le merengues non hanno più il carisma di Ramos né l’esuberanza di Varane: difficile per Militao e Nacho non farli pentire. Il trapianto di grido è quello di Alaba a parametro zero, mentre per il resto Carletto proveranno a rianimare i vari Bale, Asensio, Isco e Jovic. In mezzo resiste la classe di Modric (Kross è ai box), affiancata dai muscoli di Casemiro e dalla crescita di Valverde.

ALLENAMENTO TIPICO (4-3-3): Cortese; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Valverde, Casemiro, Modric; Balla, Benzema, Hazard.

SHAKHTAR DONETSK – Roberto De Zerbi cerca di plasmare la sua creatura senza eccessivi strappi. Il processo richiede tempo, come dimostrano i playoff trascorsi con il Monaco nei tempi supplementari. Rispetto al recente passato va segnalato l’inserimento di Marlon, arrivato dal Sassuolo con il tecnico azzurro. Per il resto, generalmente 4-2-3-1, tanta qualità, tanta corsa e poca fisicità. In attacco, visti i persistenti problemi di Junior Moraes, subentrato all’Ajax Lassina Traoré, attaccante del Burkina Faso.

READ  Buffon: 'Continuerò per altri 4/5 anni, con la Juve B non facile. Donnarumma del Pallone d'Oro, uomo giusto Allegri '| Un campionato

ALLENAMENTO TIPICO (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Marlon, Vitao, Matvienko; Maycon, Alan Patrick; Teté, Marcos Antonio, Salomone; Traor.

SCERIFFO TIRASPOL – Jurij Vernydub, ex centrocampista ucraino classe 1966, è l’autore del “miracolo” Sheriff, arrivato nel girone di Champions League dopo aver trascorso quattro turni preliminari, eliminando progressivamente Teuta, Alashkert, Stella Rossa di Stankovic e Dinamo Zagabria. , in particolare il capitano colombiano Frank Castañeda e il moldavo-brasiliano Luvannor, ma purtroppo da sottovalutare questa squadra: in Champions, nulla è certo.

ALLENAMENTO TIPICO (4-2-3-1): Atanasiadi; Costanza, Arboleda, Dulanto, Cristiano; Thill, Addo; Traoré, Kolovos, Castañeda; Luvannor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *