Un altro generale russo ucciso in Ucraina: “è morto di morte eroica” | All’estero

Non si sa dove e quando Frolov sia morto. Non si sa nemmeno come sia morto. Frolov era vice comandante dell’Ottava Armata.

Il governatore di San Pietroburgo ha partecipato sabato ai funerali. “Oggi diciamo addio a un vero eroe”, ha detto. “Vladimir Petrovich Frolov è morto di una morte eroica nella lotta contro i nazionalisti ucraini”. Ha anche definito Frolov un “vero patriota” che “ha sacrificato la sua vita affinché bambini, donne e anziani nella regione del Donbass non sentissero più le esplosioni delle bombe”.

Nonostante la perdita di generali militari, il presidente Putin continua a sostenere che la sua “operazione militare speciale” sta procedendo come previsto. L’Ucraina afferma che dall’inizio dell’invasione sono stati uccisi fino a 20.000 soldati russi. Da parte ucraina, sarebbero circa 2500-3000 soldati.

Sistemi di comunicazione difettosi

I generali russi vengono uccisi in gran numero sul fronte ucraino. Secondo i servizi di intelligence americani, una ventina di generali sono coinvolti nell’invasione dell’Ucraina. La morte di così tanti alti ufficiali è in parte dovuta ai sistemi di comunicazione difettosi dell’esercito russo, che spesso richiedono ai comandanti di comunicare tra loro attraverso canali aperti.

Gli alti ufficiali dovrebbero anche riferire direttamente al fronte più spesso per risolvere i molti problemi e aumentare il morale dei soldati russi. Inoltre, secondo il presidente Zelensky, l’Ucraina ha istituito una squadra speciale per rintracciare generali e comandanti russi.

In confronto, negli oltre vent’anni dall’11 settembre 2001, solo un generale americano è stato ucciso nelle lunghe guerre in Iraq, Afghanistan e Siria. È stato ucciso in un attacco terroristico.

READ  Ecco cosa puoi e non puoi fare con le regole del governo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.