Un avvocato (31) uccide la sua ex moglie davanti ai figli |  All’estero

Un avvocato (31) uccide la sua ex moglie davanti ai figli | All’estero

La polizia è stata chiamata martedì a casa del 31enne Anders Odegaard. Lì, gli agenti hanno trovato la sua ex moglie di 31 anni in una pozza di sangue nel corridoio. La donna si era recata a casa dell’ex marito per prendere i loro cinque figli. L’uomo, che indossava solo biancheria intima, l’avrebbe aggredita.

Il loro figlio di nove anni è scappato di casa ed è riuscito a fermare un motociclista. Il ragazzo avrebbe detto all’uomo che la madre era in casa e sanguinava copiosamente. Il ragazzo gli avrebbe detto che pensava che sua madre fosse morta. Il motociclista ha chiesto al ragazzo che era ancora in casa, al quale il ragazzo ha risposto che suo padre era presente.

morte cerebrale

Il bambino di nove anni e il fratello di un anno più piccolo avrebbero visto il padre aggredire la madre. Anche il loro fratellino di tre anni ha assistito all’attacco. Secondo quanto riferito, era tra le braccia di sua madre al momento dell’attacco. Secondo quanto riferito, altri due bambini sarebbero rimasti nell’auto della donna. La donna non respirava quando è stata trovata dalla polizia e aveva una grossa ferita alla testa. Successivamente è stata dichiarata cerebralmente morta in ospedale.

La polizia ha trovato l’uomo nella cucina di casa. C’era anche del sangue sopra il sopracciglio e tra i capelli. Quando la polizia gli ha chiesto cosa fosse successo, ha potuto solo rispondere che non si sentiva bene. I bambini hanno detto alla polizia di aver già visto il padre essere aggressivo nei confronti della madre.

Secondo quanto riferito, la coppia è stata sposata per dieci anni prima di separarsi nel 2020.

READ  L'organizzazione terroristica nomina un nuovo leader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *