Un fossile di Mosasaurus scoperto in Marocco, con “denti di cacciavite” inediti

Un fossile di Mosasaurus scoperto in Marocco, con “denti di cacciavite” inediti

21 maggio 2023 – 20:00 – Marocco

©

Un team di ricercatori britannici ha scoperto in Marocco una nuova specie di mosasauro, una lucertola marina gigante dell’era dei dinosauri, che si distingue per i suoi denti a forma di stella unici.

Stelladens misterioso. È il nome di una nuova specie di mosasauro, una lucertola marina dell’era dei dinosauri con strani denti increspati diversi da qualsiasi altro rettile conosciuto, riferisce l’Università di Bath. La specie ha avuto origine in Marocco durante il tardo Cretaceo (circa 145-66 milioni di anni fa) ed era circa il doppio delle dimensioni di un delfino. Aveva una disposizione unica dei denti, con creste lungo i denti a forma di stella, che ricordavano un cacciavite a forma di croce, secondo Sciencedaily.

Leggi anche: Antenato “spaventoso” degli antichi coccodrilli d’acqua salata scoperti in Marocco

“È una sorpresa”, ha detto il ricercatore capo Dr. Nick Longrich, un paleontologo presso il Milner Center for Evolution dell’Università di Bath. Non sembra un mosasauro, un rettile o qualsiasi altro vertebrato che abbiamo visto prima. “Lavoro sul mosasauro del Marocco da più di 20 anni e non ho mai visto niente di simile. Sono rimasta stupita e deliziata allo stesso tempo”, afferma la dott.ssa Nathalie Bardet, specialista in rettili marini presso il Museo Nazionale di storia naturale di Parigi.

Queste e altre recenti scoperte in Africa suggeriscono che i mosasauri e altri rettili marini si siano evoluti rapidamente fino a circa 66 milioni di anni fa, quando si estinsero dopo l’impatto di un asteroide che spazzò via anche i dinosauri e circa il 90% di tutte le specie sulla Terra.

READ  Rassegna stampa sportiva dell'11 aprile 2021

Leggi anche: Scoperta di un importante sito fossile in Marocco

“La fauna ha prodotto un numero incredibile di sorprese: mosasauri dai denti di sega, una tartaruga con boccaglio, una moltitudine di vertebrati di diverse forme e dimensioni, e ora un mosasauro dai denti di stella”. La scoperta di Stelladens dimostra che anche dopo anni di ricerca di fossili dal Marocco, la regione è ancora ricca di nuove specie in attesa di essere scoperte. “I siti in Marocco offrono un’immagine senza precedenti dell’incredibile biodiversità poco prima della grande crisi alla fine del Cretaceo”, ha detto Nour-Eddine Jalil, professore al Museo Nazionale di Storia Naturale e ricercatore all’Università Cadi Ayyad dal Marocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *