Uomo ingiustamente dichiarato morto: “Ho paura di perdere la mia proprietà” | Interno

Choon voleva trasferire la proprietà della piazza del cimitero a un familiare, poiché per motivi finanziari voleva scegliere di farsi cremare con sua moglie. Solo lui ha perso l’atto ed è stato costretto ad andare alla polizia.

Tuttavia, la polizia lo aveva registrato come “deceduto”, quindi non è stato possibile presentare una denuncia. Anche la nuova domanda di bollo stradale ha creato problemi. Ha sporto denuncia al Servizio nazionale di registrazione su consiglio della polizia. Ma suo genero inizialmente non ha ricevuto risposta dall’agenzia governativa. Pochi istanti dopo, l’organizzazione ha promesso di modificare lo stato della sua registrazione entro due settimane.

“Ho lavorato in un’impresa di pompe funebri per anni, ma non avrei mai pensato che sarei stato dichiarato morto prematuramente. Se il mio stato non viene cambiato, temo di perdere l’accesso al mio conto bancario e i miei fondi verranno congelati”, ha detto in una conferenza stampa, di cui Free Malaysia Today scrive.

Fa male a Choon di non essere stato in grado di votare alle elezioni locali, il che gli ha impedito di adempiere alla sua “responsabilità” di malese. Sua figlia ha trovato il suo comportamento di voto passato non rintracciabile online, quando aveva appena votato alle elezioni del maggio 2018.

READ  Fiorista olandese al Papa: "I fiori sono per te"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.