Visa e Mastercard vietano Russia |  Finanziario

Visa e Mastercard vietano Russia | Finanziario

Secondo Visa, i titolari di carta russi possono ancora acquistare beni e servizi con la carta di credito nel proprio paese, ma la società non elabora più transazioni. Questo sarà fatto da una società russa.

“Siamo obbligati ad agire dopo l’invasione russa non provocata dell’Ucraina e gli eventi inaccettabili a cui abbiamo assistito”, ha affermato Al Kelly, amministratore delegato di Visa. “Ci scusiamo per l’impatto che ciò avrà sui nostri stimati colleghi e clienti, partner, commercianti e titolari di carte. Serviamo in Russia. Questa guerra e la continua minaccia alla pace e alla stabilità richiedono una risposta coerente con i nostri valori.

I prodotti Visa e Mastercard emessi dalle banche russe continueranno a funzionare fino alla loro scadenza, ha affermato la banca centrale russa in una nota.

Visa e Mastercard hanno già bloccato diverse istituzioni finanziarie russe dalla loro rete all’inizio di questo mese. In tal modo, le società americane hanno rispettato le sanzioni imposte alla Russia per la sua invasione dell’Ucraina.

Le sanzioni costringerebbero anche le società di carte di credito a sospendere l’accesso alla rete per i russi e le istituzioni russe nella lista nera. Gli Stati Uniti e l’Unione Europea, tra gli altri, hanno aggiunto all’elenco diverse società finanziarie russe, tra cui la banca centrale del paese e il secondo prestatore più grande, VTB.

READ  Si fa beffe del Covid e del lockdown, il commentatore britannico espulso dall'Australia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *