Vitesse rischia di perdere la licenza rescindendo il contratto di noleggio del GelreDome

Vitesse rischia di perdere la licenza rescindendo il contratto di noleggio del GelreDome

Al momento, non è chiaro se Vitesse manterrà la licenza di club di calcio professionistico. Secondo il Gelderlander, Vitesse non soddisfa i requisiti di licenza della KNVB per la prossima stagione. Il club non ha uno stadio senza contratto di locazione. È una condizione della federazione calcistica.

Il club di Arnhem è in disaccordo con il proprietario Michael van de Kuit van Nedstede dal 2018. Nel 2018, il Vitesse ha risolto l’allora contratto perché non era soddisfatto dell’affitto annuo di 1,85 milioni di euro. L’eredivisionista voleva un affitto più basso, ma al magnate immobiliare non interessa.

Secondo il regolamento, i club devono informare la KNVB a gennaio, al più tardi a febbraio, se hanno “uno stadio nei Paesi Bassi per giocare le partite organizzate nell’ambito delle competizioni di calcio professionistico”. Il contratto di locazione di Vitesse scade il 30 settembre.

È in corso un processo sulla questione degli affitti, ma non è prevista una decisione fino al 1 ottobre. Il Vitesse sta quindi avviando un procedimento cautelare per continuare a giocare a calcio al GelreDome durante questa procedura, e quindi anche dopo la scadenza del contratto di locazione, ha annunciato un portavoce del club. Il futuro nuovo proprietario del club di Speed, Coley Parry, attualmente vuole fornire così poche informazioni su se stesso che Michael van de Kuit van Nedstede non vuole sedersi con lui, secondo de Gelderlander.

Se il club e il proprietario del GelreDome non riescono a raggiungere un accordo, il club può sempre contare su un’opzione alternativa. Può quindi giocare temporaneamente in un altro stadio. La situazione è poi paragonabile a quella dell’AZ nel 2019, quando gli Alkmaarders giocavano temporaneamente nello stadio ADO Den Haag perché il tetto dello stadio AFAS era crollato.

READ  Ucraina e altri sette paesi si nutrono dei Mondiali: ecco come vengono distribuiti gli ultimi biglietti | ADESSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *