Home / News / 35 anni di “Heavy Horses”

35 anni di “Heavy Horses”

Jethro Tull - Heavy Horses

Il 10 aprile 1978 i Jethro Tull pubblicano il loro undicesimo album in studio, Heavy Horses. L’album, secondo capitolo della trilogia folk rock iniziata col precedente “Songs from the Wood” e portata a termine col successivo “Stormwatch”, affronta tematiche legate al folklore britannico con brani dedicati agli animali. Rispetto al predecessore Heavy Horses presenta sonorità più oscure, con una maggiore propensione per soluzioni progressive e con una chitarra elettrica molto più presente.

La formazione che prende parte alla realizzazione dell’album vede: Ian Anderson (voce, flauti, chitarra acustica, mandolino), Martin Barre (chitarra elettrica), John Evan (pianoforte, organo), Barriemore Barlow (batteria, percussioni), John Glascock (basso), David Palmer (tastiere, organo, arrangiamenti orchestrali) e Darryl Way (violino in “Heavy Horses” e “Acres Wild”).

L’album, che presenta numerosi riferimenti alla civiltà moderna, si apre con “…And the Mouse Police Never Sleeps”, brano dedicato ai gatti in cui Anderson ricorda che la morte, sia essa naturale o provocata, è comunque parte della natura, come il gatto uccide il topo. L’uomo moderno sembra non volere accettare questo concetto. “Acres Wild”, invece, affronta il tema del sesso senza descrivere il rapporto in sé, quanto piuttosto il luogo in cui dovrà essere consumato, raffigurando due diversi scenari, uno rurale e uno urbano. “Moths” è dedicato alle falene ed è intuibile la descrizione di un rapporto amoroso fra due innamorati mentre le falene danzano alla luce di una candela. Seguono “No Lullaby”, “Moths”, “Journeyman”, “One Brown Mouse”, fino ad arrivare ad “Heavy Horses”, uno dei brani più apprezzati dell’album, nel quale Anderson elogia i cavalli lavoratori della Gran Bretagna, citando le razze equine Clydesdale, Suffolk, Percheron e Shire, che l’avvento delle macchine ha reso inutili. Chiude l’album “Weathercock”, che con le sue tematiche legate al clima sembra preludere al successivo “Stormwatch”.

Check Also

Ian Anderson annuncia il tour per il 50° anniversario dei Jethro Tull

Ian Anderson annuncia il tour per il 50° anniversario dei Jethro Tull

Tra i tanti appuntamenti che caratterizzeranno il 2018 spicca la celebrazione del 50° anniversario dal …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *