Home / News / Nati sotto il segno di Zappa – Il nuovo lavoro degli Ossi Duri

Nati sotto il segno di Zappa – Il nuovo lavoro degli Ossi Duri

Nati sotto il segno di Zappa – Il nuovo lavoro degli Ossi DuriNati sotto il segno di Zappa“, ultimo lavoro degli Ossi Duri, contiene un cd e un dvd che riproducono il concerto del 18 dicembre 2013 all’Auditorium di Milano che li ha visti interpretare il repertorio zappiano insieme all’Orchestra Sinfonica LaVerdi e con ospiti Elio e Fabio Treves.

Organizzato dalla Barley Arts, l’evento del 18 dicembre è stato ideato da Claudio Trotta (Barley Arts) e promossa da Trotta e Luigi Corbani per Barley Arts Promotion e Orchestra Sinfonica LaVerdi, in occasione del ventennale della morte di Zappa.

Prodotto da LaZaRiMus, l’etichetta degli Ossi Duri, questo lavoro è il frutto dell’esperienza maturata dalla band nell’eseguire un repertorio complesso come quello del compositore italo–americano Frank Zappa.

L’incontro con Elio, Fabio Treves e Claudio Trotta è nato proprio dalla passione comune che gli Ossi Duri condividono con questi personaggi.

Gli Ossi Duri collaborano attivamente da ormai 17 anni anche con Ike Willis, vocalist e chitarrista di Frank Zappa dal 1978 al 1988, ed è previsto un tour europeo proprio con Ike Willis a marzo-aprile 2018.

Nati sotto il segno di Zappa” è acquistabile qui.

Il progetto Ossi Duri nasce del resto proprio il 4 dicembre 1993 per iniziativa di quattro (allora) ragazzini che volevano suonare per far divertire i propri compagni ed insieme per offrire il proprio personale tributo all’appena scomparso Frank Zappa, da sempre loro mentore musicale.

Della lezione impartita da Frank Zappa, gli Ossi Duri hanno fatto proprie la volontà di unire nella propria musica l’umorismo, l’ironia dei testi e la complessità degli arrangiamenti. E questo lo ritroviamo sia quando ripropongono il repertorio zappiano (è uscito il 4 dicembre 2013 l’album tributo “Frankamente: tribute to the music of Frank Zappa”) sia quando si dedicano alla composizione di materiale originale (quello stesso giorno gli Ossi Duri hanno pubblicato “Senza perdere la tenerezza”, il loro quarto album di inediti) o approcciano il repertorio dei grandi artisti italiani degli anni ’60 – ’70 (sì perchè, non contenti, il 4 dicembre 2013 è uscito anche “RiCoverAti”, album di rivisitazioni di brani di Area, New Trolls, Jannacci, Celentano…).

La passione per Zappa ed il suo particolare approccio musicale ha favorito due importanti incontri che si sono trasformati in collaborazioni live ed in studio: Elio ed Ike Willis, vocalist e chitarrista di Frank Zappa dal 1978 al 1988.

Il comune sostrato di ironia e goliardia li ha portati negli scorsi anni a conoscere e condividere il palco anche con Freak Antoni (Skiantos), Claudio Bisio, Rocco Tanica, Alberto Camerini, mentre il grandissimo amore per la musica ‘ben suonata’ li ha avvicinati e fatti a collaborare con musicisti quali Marco Minneman, David Surkamp, Riccardo Balbinutti, Fabio Giachino, Gianni De Nitto, Furio Di Castri, oltre ad altri ‘fidati’’ collaboratori di Zappa quali Mike Keneally e Napoleon “Murphy” Brock.

Ossi Duri:

Ruben Bellavia: batteria

Alessandro Armuschio: tastiere, voce

Martin Bellavia: chitarra, voce

Andrea Vigliocco: percussioni

Simone Bellavia: basso, voce

Guest:

Elio: voce

Fabio Treves: armonica a bocca

Tracklist DVD

  • 01 Intro               03:20
  • 02 The Black Page           02:56
  • 03 Pygmy Twylyte           02:20
  • 04 Echidna’s Arf               04:06
  • 05 Son Of Orange County            05:06
  • 06 More Trouble Every Day         04:35
  • 07 Peaches En Regalia      04:11
  • 08 City Of Tiny Lite          05:32
  • 09 Dancin’ Fool                 03:36
  • 10 Broken Hearts Are For Assholes          04:27
  • 11 Stick It Out    04:53
  • 12 Crew Slut      05:59
  • 13 Cosmik Debris             05:49
  • 14 Easy Meat     06:24
  • 15 Why Does It Hurt When I Pee              03:44
  • 16 Florentine Pogen       09:03
  • 17 Tell Me You Love Me               03:26

 

Tracklist CD

  • 01 The Black Page           02:56
  • 02 Pygmy Twylyte           02:20
  • 03 Echidna’s Arf               04:06
  • 04 Son Of Orange County            05:06
  • 05 More Trouble Every Day         04:35
  • 06 Peaches En Regalia     04:11
  • 07 City Of Tiny Lite          05:32
  • 08 Dancin’ Fool                 03:36
  • 09 Broken Hearts Are For Assholes          04:27
  • 10 Stick It Out     04:53
  • 11 Crew Slut      05:59
  • 12 Cosmik Debris             05:49
  • 13 Easy Meat     06:24
  • 14 Why Does It Hurt When I Pee              03:44
  • 15 Florentine Pogen       09:03

Per maggiori info: sito | facebook

 

Check Also

Soft Machine 1968-1981 – Il nuovo libro di Carlo Pasceri

Soft Machine 1968-1981 – Il nuovo libro di Carlo Pasceri

È uscito “Soft Machine 1968-1981”, il nuovo volume della collana “Dischi da leggere” scritto da …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *