Home / News / Prog Italia: dal 19 luglio in edicola il numero 7

Prog Italia: dal 19 luglio in edicola il numero 7

prog-italia-7-hamelinprogSi riparte. Il numero sette è il primo effettivo del secondo anno di vita, visto che Prog Italia è bimestrale… ed è già chiuso l’otto! Non speravamo davvero tanto… e non è una frase fatta, ma la realtà, pur se non semplice da capire anche per me. Certo non è così scontato andare avanti. Ce la mettiamo davvero tutta per farci trovare nelle edicole, spesso aiutati dalle vostre segnalazioni, che ci permettono di non smarrire il nostro sentiero, meglio di Pollicino che segnava la sua strada con le briciole di pane… ma gli uccelli le mangiavano tutte e lui si perse! Da questo mese sul sito di Progressivamente c’è uno spazio denominato L’edicola Prog (www.progressivamente.com/edicole.htm), cliccatteci sopra e, se avete un attimo di tempo, inserite direttamente i dati dell’edicola in cui lo trovate e segnalatelo agli altri. Questo ci permette di ridurre gli sprechi di copie al massimo e di creare un database, costantemente aggiornato, del circuito delle edicole di Prog, dove tutti si potranno rivolgere per scovare la copia della rivista a lei/lui più vicina.
Due iniziative di Progressivamente/Prog Italia, una già in essere e l’altra per settembre.
1) Progressivamente torna ON AIR su Radio Città Futura (in FM sui 97.7 a Roma e dintorni – in streaming su www.radiocittafutura.it) tutti i giovedì dalle 12 alle 13 e in replica la domenica alle 14.
2) Progressivamente Free Festival giunge alla XXIV edizione (vedete il programma nella seconda di copertina) e si svolgerà nella nostra base abituale, ovvero al Planet Live Club di Roma da mercoledì 28 settembre a domenica 2 ottobre. Abbiamo aggiunto un giorno per soddisfare, almeno in parte, la voglia di suonare di tanti musicisti che apprezziamo. Free Festival… ingresso libero, ma solo per la volontà di tutti i partecipanti (artisti, fonici, Planet, chi sta dietro le quinte). Nessuno è retribuito perché non ci sono sponsor di nessun tipo ma questa insana passione chiamata PROG ci spinge ad andare avanti. Come sempre non ci saranno gruppi di serie A e B, non a caso i nomi sono tutti scritti nello stesso modo e tutti suoneranno 60 minuti. Questa edizione, come promesso, sarà dedicata a Keith Emerson e al mio amico Rodolfo “Rudy” Maltese, il gentiluomo con la chitarra. Non dimenticheremo entrambi e Progressivamente 2016 si chiuderà con una notte tutta per loro.
Non si può non parlare dell’annullamento del Close To The Moon Festival, che si sarebbe dovuto tenere a Piazzola sul Brenta l’8 e il 9 luglio. Una storia complicata da decifrare, visto che le parti in causa a livello organizzativo hanno opinioni diverse sui motivi. Al momento in cui scrivo ancora non si capiscono le tempistiche di rimborsi e varie, speriamo che mentre leggerete queste righe le cose si siano chiarite. Sarebbe grave il contrario. Il nostro consiglio è di rivolgersi direttamente al circuito dove avete acquistato i biglietti. Mi dispiace moltissimo, è evidente, e non ci piace che i bollenti spiriti delle disquisizioni si riversino su chi sta “avvelenato”, giustamente, magari perché ha preso le ferie, i biglietti aerei, ha litigato con la suocera per mollarle i pargoli, prenotato l’albergo e mille altre rogne… e ora tutto è sfumato.
Non siamo giudici o preti, assoluzioni e condanne non sono nel nostro dna, però se un po’ ci rode è legittimo! Vorrà dire che ci accontenteremo, e la mia frase è ironica, dei soliti “poveracci”, compreso il sottoscritto, che si sbattono sul territorio tutto l’anno e tutti gli anni: da Genova a Roma, da Milano a Veruno, da Torino a Verona, da Trieste a Gaeta, insomma i soliti, e pure, fortunatamente, qualcuno di nuovo. Non facciamo nomi, altrimenti sembra che “se la cantamo e se la sonamo”, però ci siamo e ci saremo… sempre, fino a quando ce la faremo, sperando che qualcuno raccolga il testimone. Io, che sono tutto tranne un talebano del prog o di qualsiasi altra “cosa”, per una volta strillo, quindi scrivo tutto maiuscolo: PROG ON FOREVER… comunque… “quanno ce vò ce vò” ☺

Guido Bellachioma

In questo numero:

  • SPECIALE RECENSIONI 1970-2015
  • RICHARD SINCLAIR: Canterbury e la realtà che non esiste
  • I MISTERI DEL KRAUTROCK: I suoni tedeschi in 45 album
  • KEITH EMERSON: Semplicemente il più grande
  • MARILLION: SCRIPT FOR A JESTER’S TEAR: Continua il viaggio nel prog degli anni 80
  • TONY STRATTON-SMITH: I manager che hanno fatto la storia del prog
  • STEVE HOWE: Io e il mondo Yes
  • CHE BOX! 15 opere del rock italiano dei 70 in vinile
  • MANTRA VEGA: Il nuovo supergruppo del prog
  • RECOVERED: copertine storiche “ripensate”, Amon Düül II: Phallus Dei + Yeti 2016 Edition
  • PROG STRIPS: LE ORME, Sospesi nell’incredibile a fumetti
  • MOGWAI: La band trasversale
  • GIANNI NOCENZI: MINIATURE: Dopo 23 anni di assenza pubblica un grande album
  • DEUS EX MACHINA: Un ritorno in grande stile
  • BIG BIG TRAIN: Un treno che non si ferma mai
  • SEVEN STEPS TO THE GREEN DOOR: Due concerti in Italia a settembre
  • MARILLION: Nuovo album e unica data italiana a Verona

Per maggiori info: Prog Italia | evento Facebook | Progressivamente

Check Also

Tusmørke (2017) Hinsides

Hinsides – Il nuovo album dei Tusmørke

Il 12 maggio 2017, a un anno dall’uscita di “Ført Bak Lyset”, la Svart Records …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *