120 persone evacuate da un campeggio nel lecchese

Il Comune di Dervio ha invitato gli abitanti ad osservare la massima cautela ea spostare le auto dai box del garage. Due strade chiuse per frane e smottamenti. Disagio anche nel comasco

Strade chiuse per frane e smottamenti

Due anni fa, una situazione simile nella stessa regione ha causato ingenti danni. Chiusa per smottamenti anche la strada Tremenico-Subiale. Sempre nel lecchese, la strada provinciale 62 è stata chiusa al transito fino a data da destinarsi a causa di una significativa frana di fango, sassi e detriti, che si è scaricata sulla strada tra Taceno, in Valsassina, e la località Portone di Bellano , cittadina che dal ramo lecchese del Lago di Como sorge anche a monte. Nessun veicolo o persona è stata coinvolta nel distacco della frana. Ma l’ennesima ondata di maltempo sta imperversando su tutto il territorio, con piogge abbondanti, vento, temporali e un forte calo delle temperature, al punto che non è stato nemmeno possibile per l’istante rimuovere i detriti. La strada provinciale 62, tortuosa e in forte pendenza, collega la costa lecchese del Lago di Como alla Valsassina.

Disagio anche nel comasco Anche in provincia di Como c’era da temere il peggio. I vigili del fuoco hanno effettuato una cinquantina di interventi a partire dalle 16, quando violenti temporali si sono abbattuti sul comasco. Una quarantina di vigili del fuoco sono stati impiegati in particolare nella zona sud della provincia per allagamenti di box, cantine e strade, anche a seguito dell’esondazione di due torrenti in località Villa Guardia. Particolarmente colpita la zona sud di Como, Fino Mornasco, Appiano Gentile e Bulgarograsso. Alcune persone intrappolate nelle auto nei passaggi sotterranei o nelle cavità della carreggiata sono state salvate dai vigili del fuoco. Le aree già pesantemente colpite da frane nelle ultime settimane sono state monitorate, ma non sono stati ancora segnalati problemi.

READ  In Belgio è la caccia a Jürgen Conings, il tiratore idolo della destra no vax che minaccia il virologo più famoso del Paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *