“Abbiamo fatto qualcosa alla Fred Rutten che ha reso la nostra relazione insopportabile”

“Abbiamo fatto qualcosa alla Fred Rutten che ha reso la nostra relazione insopportabile”


venerdì 14 ottobre 2022 alle 00:15• Ultimo aggiornamento: 00:19

A Vloggertje, il presentatore Mounir Boualin fa visita a personaggi famosi del calcio. Questa volta è ospite di Danny Koevermans, che è stato un temuto attaccante di AZ e PSV, tra gli altri, ed è persino riuscito a far parte della squadra dell’Orange. Nell’intervista, il quattro volte internazionale racconta le sue esperienze con Louis van Gaal e l’irreparabile rottura con Fred Rutten.

Non si aspettava che Koevermans finisse per arrivare così lontano. “Non ho mai sognato di diventare un calciatore professionista. È una specie di origine. Mi è venuta in mente. Volevo rimanere con il mio club amatoriale e uscire. All’epoca lavoravo ancora al PTT e ho smesso dopo tre mesi . Poi è arrivata lo Sparta per la seconda volta e ho pensato: fammi provare. Allo Sparta ho iniziato da dilettante nel secondo tempo e in cinque settimane avevo un contratto quadriennale. Poi è davvero aumentato. Non mi aspetto di arrivare dove ho battuto tutto.

AZ e Louis van Gaal
Si trasferisce dopo cinque anni a Het Kasteel il kof all’AZ. Durante la sua permanenza lì, ha persino raggiunto il livello internazionale, che trova difficile da apprendere. “Era una specie di incredulità. Stavo solo dicendo che è successo tutto a me. Il trasferimento dallo Sparta all’AZ è successo a me. Louis van Gaal è diventato un allenatore lì e nel mio secondo anno all’AZ sono diventato il capocannoniere. Poi all’improvviso si unì Orange… Com’è possibile? Sono stato selezionato e ho dovuto dare un pizzicotto.” Il suo momento clou all’Orange è arrivato il 17 novembre 2007, quando ha segnato l’unico gol della vittoria in una partita di qualificazione agli Europei contro il Lussemburgo.

READ  Irene Schouten svolge il suo ruolo di favorita e vince la prima medaglia d'oro per i Paesi Bassi | Olimpiadi

All’AZ, Koevermans faceva parte della squadra che ha perso il campionato nell’ultima giornata di gioco nel 2007. Gli Alkmaarders hanno dovuto vincere “un po’ di tempo” all’Excelsior per vincere il titolo, ma alla fine hanno perso 3-2 allo stadio Woudestein al volta. “Le prime due o tre possibilità erano nostre”, ricorda Koevermans. “Dopo che Boy Waterman è diventato rosso e abbiamo dovuto andare avanti con dieci uomini. Alla fine abbiamo fatto una partita emozionante, ma al 94′ il sipario è calato quando l’Excelsior ha segnato 3-2. Ricordo ancora molto quel giorno. La tristezza, l’incredulità, le occasioni mancate… Ho davvero pensato che questa sarebbe stata la mia unica possibilità per diventare un campione”.

“Tutto è andato in pezzi”, continua Koevermans. “E’ stato davvero terribile. La settimana successiva dovevamo giocare la finale di coppa e ricordo che Van Gaal era arrabbiato nello spogliatoio. Urlando, imprecando… Coinvolgeva tutti: ‘È colpa tua! Tutta la gente dell’AZ contava su di te! ‘ “Era davvero appariscente. E per essere onesti: abbiamo giocato la finale di coppa contro l’Ajax una settimana dopo e poi l’AZ è tornato. Solo che sì, abbiamo perso anche quello, dopo i calci di rigore”.

Koevermans può ancora ricordare i necessari ricordi di Van Gaal. “Koevermans: uno tre. Abbiamo giocato ancora in dieci uomini oggi”. Dopo è andata così”. L’attuale allenatore della nazionale di Orange è il miglior allenatore che ha avuto per Koevermans. “Assoluto. Soprattutto in campo. Poi ignoro il messaggio che ho ricevuto da lui dicendo che non ero abbastanza bravo, perché non era molto divertente. Dopo l’ultima partita dei play-off, l’ho sentito da lui in una conversazione personale, e lo ricordo benissimo. ‘Il tuo livello è qui, e il livello a cui AZ vuole arrivare è qui. Non sei abbastanza bravo.'”

READ  Van Gaal: “Siamo stati dominati dal Belgio, ma abbiamo vinto grazie alla disciplina” | ADESSO

Il messaggio di Van Gaal alla fine portò Koevermans a lasciare l’AZ. Van Gaal ha detto: “È incredibile quello che dirò dopo così tanti gol e assist, ma puoi aspettarti un altro club. Ma, hai fatto così bene in questa stagione, estenderemo e miglioreremo il tuo contratto. Posso sempre sperare in un altro club, perché penso che dovrei essere onesto con te come persona.” Poi improvvisamente sono diventato una merce di un apprezzato giocatore dell’AZ. Poi all’improvviso hanno dovuto guadagnare più soldi possibile da me sulla mia schiena”.

PSV
Koevermans si è poi trasferito al PSV, dove la sua relazione con l’ex allenatore Fred Rutten alla fine si è interrotta. “Ha detto: ‘Parti domani e devi unirti al secondo lunedì. Poi ho incontrato un allenatore per la seconda volta nella mia carriera e ho detto che non ero d’accordo. A quel tempo, ho fatto qualcosa con Fred Rutten che ha reso il mio rapporto con lui insopportabile. Ho detto: ‘Non posso rifiutarmi di lavorare, quindi andrò là fuori da un momento all’altro ed è molto triste, ma poi non farò nulla. Marco Roelofsen era l’allenatore in quel momento ed Erik ten Hag era l’assistente. È diventato una specie di gioco di potere. Poi il legame tra me e Rutten è finito.


Mounir Boualin è un vlogger di calcio freelance, giornalista video e presentatore. Per Voetbalzone corrisponde alle interviste.


READ  Sinner-Sonego allAtp di Madrid, risultato 6-0 6-3: Jannik domina il derby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *