Alec Baldwin aveva paura di essere ucciso dai sostenitori di Trump | ADESSO

Alec Baldwin temeva che sarebbe stato ucciso dai sostenitori dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Questo è ciò che l’attore dice durante una conversazione con CNN. Trump aveva detto che Baldwin aveva deliberatamente premuto il grilletto sul set di Paceche ha ucciso il cameraman Halyna Hutchins.

Baldwin spiega durante una conversazione con il canale di notizie americano che la sua paura di essere ucciso derivava da precedenti dichiarazioni di Trump. Un mese dopo la fatale sparatoria dell’ottobre 2021, l’ex presidente si chiedeva se Baldwin avesse premuto accidentalmente il grilletto.

“Ha puntato il dito contro di me e ha detto che ero responsabile della morte (di Halyna), quindi questo mi spaventa al 1000%”, ha detto Baldwin.

Nell’intervista, l’attore 64enne afferma che lo stress che ha subito per l’incidente “gli è costato anni della sua vita”. “Se non avessi avuto mia moglie, non so cosa avrei dovuto fare”. Nell’intervista, Baldwin afferma anche di “credere sinceramente” che le indagini dimostreranno che l’incidente della sparatoria è stato un incidente.

L’FBI ha concluso sabato che Baldwin ha premuto il grilletto della pistola sul set di Pace “sapere per certo” stesso. L’FBI ha esaminato l’arma e ha concluso che in effetti non poteva esplodere senza che qualcuno premesse manualmente il grilletto.

Baldwin ha negato questo martedì. Secondo lui, l’unica domanda è chi ha messo i proiettili nella pistola. “L’uomo responsabile della sicurezza del set cinematografico ha detto che la pistola era al sicuro quando me l’ha consegnata”, ha detto Baldwin in un podcast.

READ  Viktor Brand affronta Hamid per il disturbo: 'È un problema tuo' | Affiggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.