AMD rilascia i processori per server EPYC 9004 con 96 core Zen 4, PCIe 5.0 e DDR5 – Informatica – Notizie

AMD annuncia la disponibilità dei suoi processori per server EPYC di quarta generazione. Questi processori hanno fino a 96 core basati sull’architettura Zen 4 e supportano PCIe 5.0 e DDR5. Successivamente seguiranno processori “Zen 4c” con un massimo di 128 core e varianti 3D V-Cache.

Il Processori AMD EPYC 9004 sono basati su Architettura Zen 4, che AMD ha precedentemente introdotto nei suoi processori desktop Ryzen 7000. Con questo, i processori sono prodotti sul processo a 5 nm di TSMC, dove i precedenti processori EPYC Milan erano realizzati a 7 nm. Secondo AMD, la nuova architettura rappresenta un miglioramento del 14% in IPC, in particolare grazie a un miglioramento dell’interfaccia, caricamento/archiviazione e previsione del ramo.

I nuovi processori EPYC sono costituiti da più chiplet Zen 4 che, come le generazioni precedenti, contengono ciascuno otto core. Tuttavia, AMD sta aumentando il numero massimo di chiplet per processore EPYC 9004 a dodici. Ciò significa che il modello di punta ha un totale di 96 core, mentre i precedenti processori EPYC avevano un massimo di 64 core. AMD sta introducendo anche varianti con 84, 64, 48, 32, 24 e 16 core. In totale, l’azienda offre diciotto modelli diversi, inclusi i modelli F a cadenza più alta.

Come con la generazione precedente di processori EPYC, AMD posiziona i processori in tre categorie: Core Performance, Core Density e Balanced & Optimized. La prima categoria comprende i modelli F, che hanno velocità di clock relativamente elevate. I modelli con 96, 64 e 48 core rientrano nella categoria Core Density e le altre varianti da 16 a 32 core rientrano nella terza categoria. Questa categoria “bilanciata” mira a un equilibrio tra prestazioni e costi.

I processori EPYC 9004 sono dotati di 128 linee PCIe 5.0 e 12 canali DDR5, con supporto per un massimo di 6 TB di memoria DDR5 per socket. Ogni Zen a 4 core ha anche 1 MB di cache L2 e ogni chiplet riceve 32 MB di cache L3, per un massimo di 384 MB nel caso di processori a 96 core. I processori riceveranno il supporto CXL 1.1 per l’espansione della memoria.

READ  Calciomercato Roma, parole d'addio

Genova è offerta da provider cloud come Microsoft e Oracle e produttori come Dell, HPE, Lenovo e Supermicro. Questa è la prima serie di processori EPYC basati sull’architettura Zen 4 introdotta da AMD. Successivamente seguiranno anche i processori EPYC “Bergamo”. Sono ottimizzati per applicazioni cloud e presentano un’architettura Zen 4c. AMD ha precedentemente confermato che questi processori hanno un massimo di 128 core Zen 4c. Anche i processori Genoa-X sono sulla tabella di marcia. Questi sono per i processori EPYC 9004 con V-Cache 3D, come AMD aveva precedentemente rilasciato nella sua precedente generazione di processori per server. È prevista anche una serie Sienna di processori Zen 4 per telecomunicazioni e applicazioni edge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *