Amichevole: Super Maignan, Milan stop Real | Nuovo

Il nuovo portiere rossonero salva un rigore contro il Bale. Finisce 0-0 con il palo di Theo Hernandez e la traversa di Modric

Maignan si presenta già come un possibile degno sostituto di Donnarumma, e il Milano fermalo Real Madrid 0-0. A Klagenfurt, gli uomini di Pioli pareggiato contro gli spagnoli, con il nuovo protagonista del portiere grazie al rigore parato in Sfera nel primo tempo. Polo di Hernandez in avvio, traversa di Modric nella ripresa, ma le porte sono stregate: nessuno segna e Ancelotti non delude la sua grande vecchia squadra.

Nella partita di Ancelotti contro il suo Milan non c’è né vincitore né sconfitto. A Klagenfurt, in Austria, finisce 0-0 l’amichevole tra rossoneri e Real Madrid con due grandi protagonisti: Maignan, che respinge un rigore contro Bale, e il bosco, decisivo su Theo Hernandez e Modric. Per i milanesi, nel complesso, altri buoni segnali per l’inizio ufficiale della stagione.
In attesa del ritorno di Ibra, Pioli lancia per la prima volta da titolare con la maglia rossonera la nuova recluta Olivier Giroud, con il supporto del trio Saelemakers-Brahim Diaz-Leao. I milanesi partono meglio e dopo pochi minuti Theo Hernandez colpisce il palo con la propria incursione, spaventando i Blancos. Il Real esce dalla distanza e si rende pericoloso dalla mezz’ora, con i mancini Alaba e Bale: in entrambi i casi Maignan è attento e respinge. Al 40′ una nuova cavalcata del gallese mette in difficoltà la difesa rossonera e costringe Calabria al rigore. Sul dischetto, però, lo stesso Bale viene ipnotizzato da un ottimo Maignan, che si tuffa alla sua destra e respinge il rasoterra del britannico. Il primo tempo si chiude poi 0-0, con rimpianti da entrambe le parti.

READ  Calciomercato Inter, non solo Hakimi

La ripresa si gioca a un ritmo meno sostenuto e sono i lampi dei singoli a illuminare una partita che è diventata altrimenti piuttosto piatta. Dopo sette minuti, Modric lancia un missile direttamente da fuori area, a cui solo la traversa nega un vantaggio capolavoro. La risposta del Milan è affidata alla destra di Brahim Diaz, a cui Lunin si oppone in tuffo. Nel finale l’ultima occasione cade sui piedi di Arribas, che colpisce con potenza senza trovare lo specchio della porta. Lo 0-0 ha quindi resistito fino alla fine: per Pioli tante buone indicazioni e ancora alcuni aspetti su cui lavorare, tra cui una manovra offensiva a volte pesante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *