Ascoli Calcio, il Napoli vince 2-1 al Castel di Sangro. Buona prestazione dei bianconeri, Bidaoui – picenotime in porta

L’Ascoli affronta il Napoli allo stadio “Patini” di Castel di Sangro in un prestigioso test amichevole per le prime partite ufficiali della stagione 2021/2022. Presenti in tribuna il presidente Neri, il ds Lupo e il dg Ducci. C’è anche il presidente partenopeo De Laurentiis.

Mister Sottil conferma il 4-3-1-2 con Leali tra i pali e la difesa composta da Baschirotto, brasiliano Botteghin, Avlonitis e D’Orazio. Centrocampo con Collocolo, Eramo (trequartista) e Castorani con Fabbrini in trequarti a sostegno di Bidaoui e capitan Dionisi. Spendlhofer, Ghazoini, Donisi, Buchel, Sabiri e Saric non sono partiti per l’Abruzzo (il bosniaco svolge un programma di lavoro personalizzato per liberarsi di alcuni problemi muscolari accusati in pensione). Spalletti mette in campo un 4-3-3 con Meret in porta e la retroguardia formata da Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui. In mezzo al campo si piazzano Fabian Ruiz, Lobotka e Zielinski, tridente offensivo formato da Politano, Osimhen e Insigne. I tifosi azzurri espongono uno striscione sugli spalti “Patini” di Castel di Sangro: “Oggi non è una semplice passeggiata, chiediamo rispetto per la nostra assenza in tribuna. Liberi di tifare, curva B”. Sono circa 3.000 gli spettatori con oltre 70 tifosi di Picchio in Curva Sud. Ascoli in divisa bianconera e calzettoni rossi, Napoli nella consueta maglia azzurra con pantaloncini bianchi e calzettoni blu.

Dopo 3 minuti di cross dalla parte corta dell’area di Di Lorenzo su risposta di Politano, sbaglia con i baffi l’impatto di testa di Osimhen. Subito dopo a sinistra dello spigolo di Fabian Ruiz accanto. Al 6′ rigore per gli Azzurri per un intervento spezzato di Eramo in area su Osimhen. Da lì Insignia che muove Leali. Al 10′ Zielinski colpisce il palo con un rasoterra destro in linea. Poco dopo il formidabile quarto d’ora intorno a Insigne che non finisce troppo lontano dal palo alla sinistra di Leali. Al 24′ interessante punizione di Dionisi dalla distanza che sfiora la traversa dopo una deviazione della barriera. Subito dopo il pareggio di Ascoli: bel cross dalla sinistra di D’Orazio, bravo Avlonitis a mettere palla in mezzo quasi dalla linea di fondo, sul secondo palo arriva Bidaoui che, a porta praticamente vuota, gonfia la rete. L’undici di Sottil tiene meglio il terreno dopo una brutta partenza. Al 33′ la testa di Koulibaly è uscita abbondantemente sugli sviluppi di un corner. Di fronte il fianco sinistro masticato da Fabbrini di 20 metri che si perde sul fondo. Al 40′ basso centrale di Mario Rui per Insigne, rasoterra sinistro del capitano deviato provvidenzialmente in angolo da Botteghin. Poche emozioni nel finale della prima frazione con un diagonale alla destra di Osimhen controllato senza patemi da Leali. Di Lorenzo ci prova anche di testa ma non trova lo specchio della porta sull’angolino di sinistra.

READ  "La salvezza è una battaglia con il Torino, ecco come affrontarla". Su Kokorin, Malcuit ed Eysseric ...

Nessuna sostituzione all’intervallo. Al 49′ grande giocata in area di Osimhen che però allarga troppo e calcia a lato. Gioco equilibrato, con l’Ascoli che regge con ordine tattico l’urto degli avversari più gettonati. Al 54′ Osimhen di poco alto incorna su cross morbido di Zielinski. Al 58′ su punizione da buona tessera Insignia, Leali blocca in due tempi. Al 62′ Spalletti schiera Malcuit, Rrahamani ed Elmas al posto di Di Lorenzo, Manolas e Fabian Ruiz. Ed è lo stesso Elmas a dare il vantaggio al Napoli con un bel tocco sotto superficie sulla perfetta tasca di Insignia. Sottil inserisce Salvi e Quaranta al posto di Baschirotto e Botteghin (buona prestazione dell’ex Feyenoord). Al 69′ entrano Gaetano e Machach per Zielinski e Insigne (applaude il capitano partenopeo). Si abbassano i ritmi della disputa con i napoletani che fanno girare la palla. Al 75′ di destro dal limite di Gaetano che si impenna sulla traversa. Al posto del portoghese Mario Rui entra anche Zanoli, terzino classe 2000. Nelle file dell’Ascolano spazio a Franzolini e Ventola a Castorani e Fabbrini. Al 90′ Gaetano entra in area su battuta di Zanoli e calcia dalla destra, ottima risposta di Leali.

L’Ascoli è battuto di misura dal Napoli dopo un test ordinato e incoraggiante, domani i bianconeri di Sottil riprenderanno gli allenamenti al Picchio Village per la prima gara ufficiale della stagione in programma venerdì 13 agosto alle 20.30 alla “Dacia Arena” contro l’Udinese per la 32° Coppa Italia.

QUADRO

NAPOLI-ASCOLI 2-1

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo (62′ Malcuit), Manolas (62′ Rahmani), Koulibaly, Mario Rui (82′ Zanoli); Fabian Ruiz (62′ Elmas), Lobotka, Zielinski (69′ Machach); Politano, Osimhen, Distintivo (69′ Gaetano). A disposizione: Idasiak, Boffelli, Zedadka. Allenatore: Spalletti

ASCOLI (4-3-1-2): Fedeli; Baschirotto (64′ Salvi), Botteghin (64′ Quaranta), Avlonitis, D’Orazio; Collocolo, Eramo, Castorani (84′ Franzolini); Fabbrini (84′ Ventole); Dioniso, Bidaoui. A disposizione: Guarna, Raffaelli, Tavcar, Lico, D’Agostino, Intinacelli. Allenatore: Sottile

READ  Inter, cambio di strategia di mercato: da Tonali e Kumbulla a Vidal e Kolarov | Prima pagina

Arbitro: Dionisi de L’Aquila

Reti: sartiame 7′. Distintivo, 25 ‘Bidaoui, 63’ Elmas

CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS NAPOLI-ASCOLI 2-1

CLICCA QUI PER LA VIDEO INTERVISTA POST-GARA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *