Anche l’ADO Den Haag ha perso contro Willem II, Dirk Kuyt deluso: ‘Ci dimentichiamo di giocare a calcio’ |  Teen Den Haag

Anche l’ADO Den Haag ha perso contro Willem II, Dirk Kuyt deluso: ‘Ci dimentichiamo di giocare a calcio’ | Teen Den Haag

L’ADO Den Haag ha subito la terza sconfitta ancora anticipata della stagione nella Kitchen Champion Division quando ha visitato il Willem II: 1-0. In una partita in cui le probabilità si potevano contare sulle dita di una mano, il gol della vittoria è stato un autogol del difensore dell’ADO Tyrese Asante.

L’allenatore dell’ADO Den Haag Dirk Kuyt avrà impressionato i suoi giocatori poco prima di entrare in campo allo stadio Koning Willem II. Non giocare il primo tempo in modo tale da privarti della possibilità di un risultato entro 45 minuti. È successo ad ADO nelle precedenti due partite di questa stagione, a Heracles e MVV.

Le tattiche di Willem II e dell’allenatore Kevin Hofland, che nella fase iniziale hanno cercato di travolgere l’ADO con il sostegno del pubblico, non sono state quindi così folli. Ma a differenza dei precedenti due avversari di ADO, la squadra di Tilburg non è riuscita a rendere difficile per ADO nel round di apertura di venerdì sera.

Consapevole dei compiti e calma

In effetti, ADO si ergeva abbastanza facilmente nel Brabante settentrionale. Una difesa che sembrava più stabile e agguerrita rispetto alle ultime settimane e un centrocampo in cui Dhoraso Klas e Gregor Breinburg facevano da serrature alla porta, hanno assicurato che l’ADO non incontrasse quasi problemi per molto tempo.

Il modo in cui i duelli venivano avviati ei colpi bloccati da Tyrese Asante e Daryl Werker era caratteristico del modo in cui la difesa dell’ADO si presentava durante la visita di Willem II. Feroce, attento al compito e calmo, non impressionato dall’atmosfera del gremito stadio Koning Willem II.

READ  Osimhen e Kvara trascinano il Napoli, Sassuolo travolto - Calcio - Ansa.it

L'arbitro Pol van Boekel (a sinistra) si consulta con i suoi assistenti dopo che i sostenitori dell'ADO hanno fatto esplodere i fuochi d'artificio nel locale

L’arbitro Pol van Boekel (a sinistra) si consulta con i suoi assistenti dopo che i sostenitori dell’ADO hanno fatto esplodere i fuochi d’artificio nel locale © Pro Shots / Toin Damen

Fuochi d’artificio

Nemmeno quando i fuochi d’artificio dell’Aia sono stati sparati nella sezione Willem II dalla filiale e l’arbitro Pol van Boekel ha interrotto il gioco per un po’. È stato solo quando Denzel Hall è stato ingannato alla schiena da Max Svensson cinque minuti prima dell’intervallo, creando un’opportunità di tiro per Jesse Bosch, che ADO ha dovuto prestare attenzione. Ma la palla è stata tirata alta dal centrocampista Willem II.

A differenza della stabilità difensiva, la squadra dell’Aia ha creato molto poco da sola. ADO è andato vicino al gol con un colpo di testa di Boy Kemper da angolo, ma quello è stato in realtà l’unico momento pericoloso per il club Residentie.

Leggi anche: PEC Zwolle grazie alla vittoria di Den Bosch adesso testa da solo

Continua così e aspetta nel secondo tempo per quella possibilità irripetibile, che ottieni sempre in una partita, era il motto di ADO. Invece, le cose sono andate diversamente e l’ADO ha perso 1-0. Ciò che lo ha reso ancora più doloroso è stato che il modo feroce di difendere ha giocato un ruolo negativo in questo.

Perché ancora una volta Asante si lanciò per un tiro di Tilburg, ma questa volta con esito fatale. Il tentativo dell’attaccante del Willem II Michael de Leeuw è volato in porta attraverso il difensore centrale, dietro un Hugo Wentges senza speranza. Sebbene ADO si sia difeso bene, sfortunatamente è rimasto indietro.

penultimo posto

ADO doveva cacciare, ma l’impotenza offensiva del primo tempo persisteva. Thomas Verheydt era scontento dell’attaccante nei pochi contatti di palla che aveva avuto, Joel Zwarts era in realtà costantemente dietro al terzino destro Leeroy Owusu e anche Xander Severina era invisibile in attacco. Anche il primo Mario Bilate non poteva cambiare questo.

L’ADO ha quindi subito la terza sconfitta stagionale contro il Willem II, il che significa che la squadra di Kuyt è seconda dal fondo della Kitchen Champion Division dopo cinque partite. La retroguardia stabile dà ad ADO qualcosa a cui aggrapparsi per le prossime settimane, anche se l’attacco completamente innocuo dell’Aia dovrebbe far riflettere Kuyt.

Joël Zwarts consulta il tariner Dirk Kuyt a margine.  L'attaccante ha inseguito solo il suo diretto avversario Leeroy Owuso.

Joël Zwarts consulta il tariner Dirk Kuyt a margine. L’attaccante ha inseguito solo il suo diretto avversario Leeroy Owuso. © Pro Shots / Toin Damen

,,Difensivamente siamo stati bravi”, ha detto Kuyt dopo ESPN. ,,Ma quando hai il possesso palla, ti dimentichi di giocare a calcio. L’avversario è crollato quindi c’era spazio per giocare a calcio, ma non l’abbiamo fatto. Troppo spesso abbiamo rimandato la palla al portiere, che ha giocato ancora a lungo. Ed è troppo prevedibile. È molto aspro, perché ci sarebbe stato molto di più.

“Siamo molto delusi qui. Abbiamo dimenticato un aspetto importante del calcio, ed è il calcio. Presteremo molta attenzione a questo questa settimana e poi faremo in modo di essere diversi la prossima settimana”.

L’attaccante Thomas Verheydt, capocannoniere dell’anno scorso con 30 gol, è stato raramente in gioco e ADO non ha realizzato un solo tiro in porta. ,,Ma Thomas segnerà solo molti gol in questa stagione”, ha detto Kuyt. “Ma non 30”, ha risposto il giornalista, dopo di che l’allenatore dell’ADO ha detto che voleva concordare una scommessa fuori campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *