Anouk Vetter manca di poco l’oro ai Campionati mondiali di atletica leggera | sport

Vetter ha avuto il suo miglior eptathlon ad Hayward Field e ha concluso con 6.867 punti dopo sette partite. È stato un grande miglioramento del suo record olandese (6693 punti).

Questa è la quarta medaglia della squadra di Arnhem in un campionato importante. È diventata campionessa europea ad Amsterdam nel 2016, ha vinto il bronzo ai Mondiali del 2017 e soprattutto ha sorpreso la scorsa estate con la medaglia d’argento alle Olimpiadi.

Thiam ha guidato l’eptathlon a Eugene dalla prima parte, i 100 metri a ostacoli. Vetter è passato al secondo posto dopo gara tre, il lancio del peso, e Thiam ha sostituito per primo dopo gara sei, il lancio del giavellotto.

Negli ultimi 800 metri, la sua pista più debole, Vetter non è riuscito a mantenere il suo piccolo vantaggio in punti. Thiam ha corso gli 800 metri troppo velocemente per quello. Il belga ha fatto segnare un record personale di 2.13.00, mentre Vetter è rimasto fermo a 2.20.09. Nel punteggio finale, Thiam è uscito con 6947 punti.

Oosterwegel

L’americana Anna Hall ha vinto la medaglia di bronzo con 6755 punti. La medaglia di bronzo olimpica di Tokyo Emma Oosterwegel ha concluso al settimo posto con 6.440 punti, ben al di sotto del suo record personale di 6.590 punti.

È stato sempre emozionante scoprire se Vetter, 29 anni, potesse partecipare alla Coppa del Mondo, a causa di un infortunio al tendine del ginocchio verificatosi dopo l’eptathlon di Götzis a fine maggio. “Due settimane fa non potevo fare l’allenamento di velocità e ho iniziato a diventare un po’ ansioso. Anche l’allenamento con gli ostacoli non era possibile, ma il mio fisioterapista ha detto che sarebbe andato tutto bene”, ha detto Vetter domenica dopo il primo giorno.

READ  Fiorentina, Rino Gattuso non è più allenatore, c'è l'annuncio del club

Indolore

Il suo fisioterapista aveva ragione. Una volta in America, il suo corpo era libero dal dolore e poteva di nuovo fare qualsiasi cosa. Vetter si è persino rivelata nella forma della sua vita. Ha iniziato i 100 metri ostacoli con un solido 13.30, è saltata molto in alto (1.80), eccelleva con un record personale nel lancio del peso (16.25), ha corso i 200 metri a 23.73, ha segnato un record personale nel salto in lungo a 6.52 e ha lanciato il giavellotto più lontano di tutti a 58.29.

Erano gli 800 metri, la pista che odia e preferisce saltare. Probabilmente è andata più in là che mai, tagliando il traguardo 7 secondi più tardi di Thiam, quando avrebbe dovuto essere solo 1,5 secondi se voleva vincere l’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *