Antonio Maria Rinaldi, “ma vi immaginate i tedeschi adesso?”. Piccola sorpresa in tasca, cosa dice la Merkel? Guarda questa foto – Libero Quotidiano

Mario draghi primo. Sì, l’ex presidente della Bce. Insomma, quello che, quando era al vertice dell’Eurotower, ha firmato l’euro, questa è la prassi. È stato Mario Draghi che l’euro lo ha effettivamente salvato, con il famoso “tutto ciò che è necessario“E su Draghi e sulle banconote firmate (abbiamo tutti portafogli pieni, provate a dare un’occhiata) dedica una riflessione Antonio Maria Rinaldi, Eurodeputato della Lega che recentemente, anche solo poche ore fa, in un’intervista a Foglia, ha declassificato la sua vecchia battaglia per l’uscita della moneta unica in una “ipotesi accademica”.

Su Twitter, la Lega Nord posa un’immagine con due banconote da dieci euro. Uno firmato da Draghi, appunto, e uno dei corsi più recenti, firmato da Christine Lagarde, successore del vertice della Banca centrale europea. E Rinaldi, tra il serio e il faceto, si chiede: “Ma quelli firmati da Draghi o da Lagarde valgono di più adesso?”, Si chiede, riferendosi alle note. Pertanto, Rinaldi aggiunge: “Non avrei mai immaginato un tedesco e un olandese con una banconota in tasca firmata da un premier italiano … ”ha concluso furbescamente, aggiungendo una serie di emoticon con grandi risate.

Sì, una piccola vendetta per il nostro paese. Sicuramente una vendetta simbolica, ma molto apprezzata da Rinaldi. IL Falchi tedeschi e olandesi, d’ora in poi avranno in portafoglio la firma di Draghi, il presidente del Consiglio italiano al quale le cancellerie dei Paesi penalizzanti guardano con certo rispetto, ma anche un pizzico di sospetto: la sua determinazione è ben nota. E ora speriamo che questa determinazione venga utilizzata appieno per difendere i nostri interessi. In breve, un dado molto difficile da rompere. Per tutti…

READ  rapiti i due giornalisti spagnoli e il giornalista irlandese - Corriere.it è morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *