La variante lambda fa paura negli Stati Uniti. “Mutazioni inquietanti del virus”

Il Variante Lambda li spaventa stati Uniti. La pandemia non si ferma, in America si stanno diffondendo i contagi causati dal nuovo ceppo Covid scoperto in Perù, con esperti che ricordano come la trasmissione tra i non vaccinati promuova la mutazione del virus in forme sempre più contagiose. Lo riferisce la CNN, citando diversi accademici.

Bassetti, obbligo di mascherine: “Nuova ondata poi nella primavera del 2022 le toglieremo”

Oltre mille contagi negli Stati Uniti

Il primo caso della variante Lambda è stato rilevato il mese scorso in Texas, al Methodist Hospital di Houston e da allora il sequenziamento genomico ha identificato 1.060 infezioni ad essa collegate, secondo l’iniziativa indipendente di condivisione dei dati Gisaid. Mentre quel numero è molto diverso da quelli attribuiti alla variante Delta, che rappresenta circa l’83% dei nuovi casi negli Stati Uniti, gli esperti di malattie infettive hanno affermato che la variante Lambda è uno dei più osservati.

Variante Lambda, lo studio dal Giappone: “Mostra resistenza all’immunità indotta da vaccino”

“Ha mutazioni inquietanti

La variante Lambda è stata identificata per la prima volta in Perù a dicembre. “Ha mutazioni inquietanti – osserva Preeti Malani, direttore medico presso la divisione malattie infettive dell’Università del Michigan ad Ann Arbor – ma questa variante rimane piuttosto rara negli Stati Uniti nonostante la sua circolazione da diversi mesi”. “È difficile sapere con certezza quanto sia trasmissibile la Lambda e quanto i vaccini la proteggano. Finora sembra che Lambda è più trasmissibile del virus SARS-CoV-2 originaleChe è simile a Delta e ad altre varianti, secondo un esperto della Infectious Diseases Society of America.

Efficacia del vaccino

Fortunatamente, gli studi suggeriscono che i vaccini attualmente disponibili rimangono efficaci – precisa Malani -. Abbiamo imparato durante la pandemia che le cose possono cambiare velocemente, quindi controllare la diffusione del Covid-19 in generale aiuterà a gestire la Lambda”. “Finché ci sarà una diffusione incontrollata di SARS-CoV-2, vedremo più varianti in futuro. L’unica via d’uscita è la vaccinazione diffusa per controllare la diffusione e prevenire ulteriori mutazioni. In effetti – conclude – esiste una sorta di competizione tra l’aumento delle coperture vaccinali e lo sviluppo di nuove varianti meno reattive alle contromisure”.

READ  Marte può diventare abitabile per gli umani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *