Attenzione a cozze, capesante e ostriche: sono molto pericolose

Attenzione a cozze, capesante e ostriche: sono molto pericolose per la nostra salute. Lo rivela uno studio dell’Università di York

Ostriche
Attenzione a cozze, capesante e ostriche: sono molto pericolose (Foto: Getty)

A chi non piace il pesce, magari cucinato con la pasta o in un gustoso secondo piatto. Cozze, ostriche, capesante, sono tra le specialità di mare più famose, consumate in quasi tutte le regioni del mondo in diversi piatti. Ma ora c’è un problema di salute. Un gruppo di studiosi del York University.

Secondo i ricercatori, questi molluschi hanno un record pericoloso. Sono tra i frutti di mare con la più alta concentrazione di microplastiche. Più specificamente, scienziati di Hull York School of Medicine e Università di Hull, ha lanciato l’allarme per lo stato di inquinamento dei nostri mari.

Lo studio, pubblicato il mese scorso in data Prospettive di salute ambientale, considerato un periodo tra 2014 e 2020.

POTREBBE ANCHE ESSERE INTERESSATO >>> Ingrediente molto comune in cucina, può diventare pericoloso: lo usiamo tutti!

POTREBBE ANCHE ESSERE INTERESSATO >>> Denti, come avere un sorriso perfetto: 5 semplici regole da seguire

Attenzione a cozze, capesante e ostriche: contengono un alto tasso di microplastiche

Cozze
Cozze, capesante e ostriche: rischio microplastiche (Foto: Getty)

Le cozze, le capesante e le ostriche possono essere molto pericolose per la nostra salute. Il pesce in questione contiene infatti un’alta percentuale di microplastiche. Più precisamente, le concentrazioni sono comprese tra 0 e 10,5 per grammo.

Purtroppo questi agenti cancerogeni sono presenti nell’ambiente marino più di quanto si possa immaginare, contaminando anche altri elementi. Ad esempio al secondo posto della classifica troviamo i crostacei, con 0,1-8,6 microplastiche per grammo. Infine il pesce comune, con 0-2,9 microplastiche per grammo.

Le regioni del mondo che soffrono maggiormente di problemi sono Cina, Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti. In questi paesi, infatti, il rischio di consumare prodotti contaminati è ancora più alto. Sopprattuto Asia ha una percentuale molto alta e secondo gli scienziati sarebbe meglio evitare di consumare frutti di mare in queste zone.

READ  La scoperta che riscrive la storia di Tikal, la città Maya più famosa del Guatemala

Le microplastiche sono dei particelle molto piccole da tessuti sintetici con cui, ad esempio, si producono vestiti e bottiglie.
Non sappiamo ancora cosa sia effetti sul corpo umano, ma sono certamente piuttosto negativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *