Auto, il mercato si riprende del 20% ad agosto ma l’Italia rallenta il rinnovo del parco veicoli

Auto, il mercato si riprende del 20% ad agosto ma l’Italia rallenta il rinnovo del parco veicoli

Il mercato automobilistico italiano sta mostrando segni di ripresa, con un aumento del 12% delle immatricolazioni rispetto all’anno scorso. Finora, sono state registrate oltre un milione di autovetture, segnando una crescita del 20,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si prevede che, se il tasso di incremento attuale verrà mantenuto, il 2023 si concluderà con quasi un milione e 600mila nuove autovetture sulle strade italiane.

Nonostante questa ripresa, il mercato automobilistico italiano è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemia del 2019. Il trend attuale non è sufficiente per garantire una sostituzione adeguata delle autovetture più vecchie, inquinanti e meno sicure. Le radiazioni delle autovetture dal Pubblico Registro Automobilistico sono diminuite nel corso degli anni, indicando una riduzione delle sostituzioni delle autovetture.

Nel mese di agosto, si è verificata una forte contrazione delle immatricolazioni per i modelli Fiat, Volkswagen, Lancia e Maserati. Al contrario, Jeep ha raddoppiato i volumi nel mese. Ford ha subito una perdita del 27% delle immatricolazioni, mentre Tesla e MG hanno registrato le percentuali di crescita più alte.

Nonostante l’epoca di transizione verso i veicoli elettrici, l’Italia registra una quota di mercato dei veicoli elettrici inferiore al terzo rispetto alla media europea. Inoltre, si sta assistendo a un aumento delle emissioni nocive nel paese. Questo indica che ci sono ancora delle sfide da affrontare per una piena adozione dei veicoli elettrici.

Il 72% dei concessionari ritiene ancora bassa l’acquisizione di nuovi ordini, indicando una situazione di stallo nel mercato automobilistico italiano. Ciò suggerisce la necessità di nuove strategie e misure per stimolare la domanda e sostenere la ripresa del settore.

READ  Hamelin Prog: bilancio da record ma la spesa in AI pesa sul titolo

In conclusione, sebbene il mercato automobilistico italiano stia mostrando segni di ripresa, ci sono ancora ostacoli da superare per garantire un adeguato rinnovamento della flotta automobilistica del paese. Le sfide vanno dall’adozione dei veicoli elettrici all’aumento delle emissioni nocive. Saranno necessarie azioni concrete per garantire una sostenibilità a lungo termine del settore automobilistico italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *