Biden annuncia la fine della guerra in Afghanistan 20 anni dopo gli attacchi dell’11 settembre

Joe biden è pronto ad annunciare il ritiro di tutti Truppe militari statunitensi dall’Afghanistan attraverso11 settembre 2021, terminando così il guerra più lunga nella storia di stati Uniti.

È una delle rare decisioni in continuità con il Presidente Trump, che ha persino fissato il 1 maggio come data, negoziando con il Talebani una tregua in vista di questo ritardo.

Tuttavia, secondo il Governo Biden le operazioni di rimpatrio dei 2.500 uomini ancora impegnati nel sito in così poco tempo avrebbero presentato difficoltà e pericoli di non trascurabile importanza.

Per questo il presidente americano ha impiegato i primi tre mesi del suo mandato per mettere a punto un calendario in grado di garantire a ritiro sicuro.

Biden annuncia la fine della guerra in Afghanistan

La proroga del termine fissato con Trump, però, ha fatto arrabbiare i talebani, che il mese scorso hanno minacciato la ripresa delle ostilità se l’accordo non fosse stato rispettato.

Secondo alcune fonti governative interne, le operazioni inizieranno anche prima del 1 maggio e il ritiro completo si concluderà prima della data prevista. simbolico dell’11 settembre.

Il ritiro dopo 20 anni dagli attentati dell’11 settembre

Il conflitto era stata la risposta di George W. Bush punire Ben Laden e Al Qaeda, o gli artefici dell’attacco terroristico al World Trade Center dell’11 settembre 2001, che avevano trovato un nascondiglio sicuro Afghanistan sotto la protezione dei talebani.

Vent’anni dopo la tragedia di New York, quindi, le forze statunitensi dovrebbero dire addio a una guerra costosa 2400 vite umane e $ 2 trilioni, così come centinaia di migliaia di soldati inviati in questa regione.

READ  Libano, Beirut minuto di silenzio per l'anniversario dell'esplosione al porto

A questo terribile equilibrio si deve aggiungere l’incapacità di raggiungere gli obiettivi prefissati cespuglio, vale a dire una missione in grado di avviare un processo di mantenere la pace e la democratizzazione dell’area da realizzare rapidamente, che nel tempo si è trasformata in un’invasione.

La guerra più lunga nella storia degli Stati Uniti finisce

A poche ore dalle prime dichiarazioni dell’entourage dell’inquilino della Casa Bianca, si registra una rottura tra Democratici e Repubblicani, il primo appoggia la mossa del presidente Biden, mentre i conservatori mettono in guardia sui possibili rischiAfghanistan.

Tra questi, ad esempio, c’è chi teme la possibilità di lasciare lo Stato in balia delle organizzazioni terroristiche internazionali, come accaduto con ilISIS in Iraq durante il mandato del presidente degli Stati Uniti Obama e con lo stesso Biden come deputato.

Tuttavia, i funzionari del governo degli Stati Uniti hanno affermato che il stati Uniti in questo caso manterranno una presenza militare nell’area in grado di monitorare la possibilità della nascita di nuove formazioni terroristiche in Afghanistan, cercando, allo stesso tempo, di raggiungere un’intesa con loro Talebani presente nella regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *