BNR inganna la vlogger di gossip con un falso video sull'”uso di droghe” Talitha Muusse

Le immagini condivise da Coldeweijer sono state realizzate nei bagni di un locale alimentare ad Amsterdam. Coldeweijer li ha condivisi questa settimana con i suoi abbonati paganti su Telegram. “Oh, che brutto,” disse. Ma anche “che ovviamente potrebbe essere messo in atto”.

Video sfocato

Secondo BNR, è molto facile diffondere falsità attraverso un canale di spreco. “Un video sfocato è bastato a Yvonne Coldeweijer per accusare Muusse di consumo di coca cola davanti a quasi mezzo milione di follower su Instagram”, riporta la radio.

In una risposta al BNR Coldeweijer afferma di aver affermato chiaramente che il video potrebbe essere falso. “Non sono BNR, non sono NRC, non sono un giornalista investigativo. Sono solo una catena di succhi di frutta. Quando ricevo un video di qualcuno che tira su col naso, lo pubblico. È solo succo”.

Muusse afferma che la pubblicazione ha cambiato idea sulle catene di succhi. “All’inizio pensi: dove c’è fumo, c’è fuoco. Ma ora lo so: spesso c’è solo fumo. Qualcuno deve solo girare un video alla tua schiena e può farti male”.

In un caso che la cantante Samantha Steenwijk ha intentato contro Coldeweijer il tribunale di Amsterdam ha recentemente stabilito che Coldeweijer ha dovuto rettificare per aver condiviso notizie false. Coldeweijer ha anche dovuto pagare spese processuali per un valore di quasi 2.500 euro.

READ  Sun non ha mai amato Onestini? Parla con la madre influencer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.