Bottas mostra ambizione: “Diventare campione del mondo resta il mio obiettivo”

Valtteri Bottas è passato dalla Mercedes all’Alfa Romeo, ma rimane molto ambizioso. Il pilota finlandese ha sempre sognato di diventare campione del mondo di Formula 1 e continua a lottare per questo obiettivo.

“Non ho ancora rinunciato all’obiettivo di diventare campione del mondo, per il momento rimane il mio sogno”, ci ha detto il pilota 32enne. Motorsport.com “Ma in questo momento sogno prima di fare un buon passo con la squadra. Penso che fare punti costantemente sia già un grandissimo traguardo. Sogno anche di nascosto un podio”, dice Bottas, che nonostante il suo passo l’Alfa Romeo è arrivata seconda per durare in classifica costruttori l’anno scorso, ma il nuovo regolamento auto dà a Bottas più fiducia per fare meglio “Penso che tutto sia un po’ più vicino”, dice Bottas, il finlandese esprime le sue aspettative: “Vedremo altri piloti sul podio e anche l’ordine gerarchico nella top ten sarà diverso. Le piccole squadre avranno grandi opportunità”.

Approfitta dei regolamenti

“Penso che sarà divertente”, continua Bottas, pensando alla nuova stagione. “Per quanto ne so, le nuove regole significano che puoi fare cose fino a un certo livello solo in determinate aree. Aerodinamicamente e meccanicamente non puoi davvero fare una grande differenza come squadra. .” Significherebbe anche questo Alfa Romeoche quest’anno sarà in griglia con Bottas e il debuttante Guanyu Zhou, potrebbe beneficiare del nuovo regolamento.

Alfa Romeo svela la C42 in livrea mimeticaPer saperne di più

Due nuovi piloti

All’inizio della stagione, dovrai abituarti al nuovissimo duo. Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi aveva diversi anni di esperienza con la squadra svizzera, ma ha lasciato la scorsa estate. Con Bottas, attivo da nove anni nella massima categoria del motorsport, l’Alfa Romeo ha comunque chiamato un pilota esperto. Per Zhou, si tratterà principalmente di svilupparsi nella sua prima stagione mentre fa il suo debutto a questo livello.

READ  Super league, Perez non alza bandiera bianca e crede ad Agnelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *