Champions, risultati playoff: lo Shakhtar vince a Monaco. Sceriffo a sorpresa

Il tecnico azzurro entra nella fase a gironi grazie al gol di Pedrinho. La Dinamo Zagabria fa un tonfo in Moldavia, il Salisburgo recupera Brondby

Un passo importante verso l’accesso ai gironi di Champions League per gli ucraini dello Shakhtar guidati da Roberto De Zerbi. L’ex tecnico del Sassuolo festeggia la misura del successo nell’andata degli spareggi contro il Monaco grazie a una magia del brasiliano Pedrinho, il resto lo fanno le parate di Trubin. La sorpresa di giornata, però, è arrivata da Tiraspol, dove i padroni di casa dello sceriffo hanno eliminato 3-0 la Dinamo Zagabria. Anche il Salisburgo sta rischiando molto, ribaltando lo svantaggio iniziale battendo 2-1 il Broendby. Le decisive partite di ritorno in programma il 25 agosto.

SORRISI ZERBI

Lo Shakhtar parte col botto, nascondendo il pallone ai monegaschi per i primi 20′ scanditi da rapidi scambi in spazi ristretti. Tete domina a destra, mentre Pedrinho inebria la difesa avversaria finché non estrae la magia che decide la partita di cappello al 19′: veloce uno due al limite dell’area, serpentina tra tre avversari e destro preciso che non parte nessuna possibilità per Majecki. Poi quasi solo Monaco, che sale in cattedra con pressing alto ed efficiente e la sapiente regia di Golovin. Ma gli attacchi monegaschi si infrangono sistematicamente contro le riflessioni di un superlativo Trubin, autore di almeno cinque interventi decisivi. Il 20enne portiere ucraino dice no a Ben Yadder (due volte), Tchouaméni, Golovin e Maripan nell’ordine. Niente da vedere per l’undici di Kovac, che nell’ultimo quarto d’ora ha alzato bandiera bianca in preda alla fatica.

READ  Inter-borghese, impegno fallito

ALTRI

Dinamo Zagabria colpo sordo a Tirispol, dove i croati compromettono la qualificazione prendendo tre gol dallo sceriffo. Il 3-0 dei padroni di casa porta le firme di Traoré (gancio, 45′ e 80′) e Kolosov (54′). Pronostico rispettato invece a Salisburgo, dove i padroni di casa hanno battuto Broendby nonostante il vantaggio danese siglato in avvio di gara da Uhre (4′). Adeyemi (57′) e Aaronson (90′) i sigilli che permettono agli austriaci di sperare nel ritorno in Danimarca la prossima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *