Chelsea ritirare rapidamente la famigerata richiesta di taglio |  Calcio

Chelsea ritirare rapidamente la famigerata richiesta di taglio | Calcio

Martedì il Chelsea aveva chiesto “con estrema riluttanza” di giocare la partita di FA Cup di sabato al Middlesbrough senza pubblico. Aveva tutto a che fare con le sanzioni imposte indirettamente al club londinese di recente, quando il governo del Regno Unito ha congelato i beni del proprietario del club Roman Abramovich nel paese. Di conseguenza, al Chelsea non è consentito vendere biglietti singoli, ad esempio, per le partite di coppa.

Il Chelsea riconosce che ciò avrà un enorme impatto sul Middlesbrough e sui tifosi del club, così come sui nostri stessi tifosi che hanno già acquistato i biglietti prima dell’imposizione delle restrizioni, ma riteniamo che sia il modo più equo di affrontare la partita nelle circostanze attuali. ” scrisse. Tuttavia, la richiesta è stata successivamente ritirata dopo aver consultato la FA.

Completamente infondato

Il padrone di casa del Middlesbrough FC non ha risposto con gentilezza alla richiesta del Chelsea. È stato definito sul sito web del club “bizzarro” e “completamente infondato” perché tutti sanno perché sono state imposte sanzioni al Chelsea e perché il Middlesbrough non ha nulla a che fare con loro.

“Proporre che il Middlesbrough FC ei nostri tifosi vengano puniti non è solo gravemente ingiusto, ma anche privo di fondamento”, ha detto Middlesbrough. Il club ha detto che è stata una farsa che il Chelsea abbia citato “integrità sportiva” per giocare a porte chiuse sabato.

Niente scuse

Prima che il Chelsea affronti il ​​Middlesbrough il prossimo fine settimana, aspetta mercoledì la Champions League Lille OSC. I londinesi sono in una buona posizione di partenza grazie alla vittoria casalinga per 2-0, ma resta da vedere quale influenza avranno sulla squadra i disordini che circondano il club.

READ  La riforma della Serie A discussa: riduzione squadre e playoff | Nuovo

In ogni caso, il Chelsea viaggia in modo diverso dal solito per una trasferta europea. “Ci sono delle restrizioni e devi affrontarle”, spiega l’allenatore Thomas Tuchel. “Abbiamo dovuto fare degli aggiustamenti, in termini di numero di dipendenti, quante stanze d’albergo prenotiamo e come dobbiamo arrivare da qualche parte per una partita. Ha funzionato per quanto ne so. Possiamo viaggiare a livello professionale, perché non si tratta di lusso e bling per un po’.”

Tuchel ha sottolineato che non c’era motivo di scusarsi per il viaggio e la partita a Lille. “Finché avremo maglie, saremo forti, arriviamo con i nostri giocatori e agiamo come una squadra, lotteremo per il successo e duramente perché lo dobbiamo alle persone che ci supportano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *