Colpo di stato in Burkina Faso, soldati ammutinati arrestano il presidente Kaboré: deve dimettersi entro 72 ore

Il presidente del Burkina Faso faso, Rocco Marc Christian Kabore, è stato arrestato e lo è ora detenuto in un campo militare per ammutinati. Secondo i media locali, al presidente è stato chiesto di firmare il dimissioni in 72 minerale. I residenti del distretto presidenziale hanno riportato pesanti spari per tutta la notte, alimentando le voci su un possibile Ribellione a posto. Tuttavia, il governo ha smentito queste voci.

Tutto è iniziato domenica 23 gennaio quando gli spari hanno cominciato a risuonare per ore da diversi i campi militare. Soldati ribelli hanno preso il controllo della caserma militare lamizana Sanguinato nella capitale del Paese africano, chiedendo riforme dell’esercito e una migliore cura dei soldati e delle famiglie dei feriti. I soldati hanno fatto parlare un uomo al telefono con ilAssociated Press che ha spiegato che i militari lo chiedono condizioni Lavorando meglio per l’esercito del Burkina Faso, che affronta a escalation di violenza da parte di attivisti islamico. Tra le richieste c’è anche a aumentare a partire dal Obbligare lavoro nella lotta agli estremisti e una migliore assistenza ai feriti e alle famiglie dei morti. Vogliono anche i soldati ribelli Rimpiazzare il gerarchia militare eintelligenza, Ha aggiunto.

Infatti, negli ultimi mesi, il frustrazione in questo paese dell’Africa occidentale a causa del frequente omicidi civili e soldati di militanti terroristi, alcuni dei quali hanno legami con il Lo stato islamico e Al Qaeda. I manifestanti avevano preso la parola per sostenere gli ammutinati e loro saccheggiato la sede del corrispondere Politica di Kabore. Il governo ha dichiarato il coprifuoco mentre le forze di sicurezza fedeli al presidente hanno usato gas gas lacrimogeno per interrompere la manifestazione. Il Ministro della Difesa, Amare Bartolomeo Simpore, ha spiegato che le manifestazioni si sono svolte anche in altre città del Burkina Faso. “Stiamo monitorando la situazione”, ha detto, evitando di confermare l’arresto di Kaboré. Lo ha invece sottolineato il ministro Dieci soldati e cinque civili Li avevamo smettere in relazione al tentativo di colpo di stato.

READ  Foto di New York sotto la neve, finalmente

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre lotte, combatti con noi!

Aspettare ilfattoquotidiano.it questo significa due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di novità e idee, gratuito per tutti. Ma anche essere attore in una comunità e fare la propria parte per combattere insieme le lotte in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale.
supporto ora

Grazie,
Pierre Gomez


ilFattoquotidiano.it

supporto ora


Pagamenti disponibili

Messaggio precedente

Egitto, ecco la “doppia storia” di quella di Patrick Zaki. Ma con un finale peggiore

seguente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.