Coppia russa arrestata in Svezia legata al GRU

Coppia russa arrestata in Svezia legata al GRU

Coppia russa arrestata in Svezia legata al GRU

AFP

Notizie ONS

Una coppia russa arrestata questa settimana in Svezia per spionaggio avrebbe lavorato per i servizi segreti russi del GRU. Indicazioni in questa direzione sono emerse grazie a una ricerca del collettivo di ricerca giornalistica Bellingcat.

Martedì mattina intorno alle 06:00, due elicotteri dell’esercito sono apparsi sopra un quartiere di lusso di Stoccolma. I testimoni hanno visto una squadra di arresto calarsi con delle funi e atterrare sul tetto di una villa. Gli agenti sono entrati dalle finestre e hanno arrestato gli occupanti, un uomo e una donna.

L’intera operazione è durata meno di un minuto. La polizia ha affermato che dopo gli arresti è necessario agire rapidamente poiché ai sospetti “non dovrebbe essere data l’opportunità di gettare nulla nel gabinetto o distruggere computer”.

Entrambi sono sospettati di spionaggio per conto di una potenza straniera, dal 2013 negli Stati Uniti e dal 2014 fino al momento dell’arresto in Svezia. Negano di avere qualcosa a che fare con lo spionaggio. L’uomo è ancora in stato di fermo, la donna è stata rilasciata su cauzione. Rimane sospettata di complicità.

AFP

Agenti o membri dei servizi segreti Sapo entrano nell’abitazione della coppia

La polizia non ha voluto rivelare le loro identità, ma il quotidiano svedese Aftonbladet ha scritto lo stesso giorno che si tratta di due russi, di età compresa tra i 60 e i 70 anni, arrivati ​​in Svezia alla fine degli anni 90. Trapelano anche i loro nomi: si tratterebbe di Sergei Skvortsov ed Elena Kulkova.

Ma secondo Bellingcat, il complesso di appartamenti ha più residenti con lavori al GROE. Come il leader di un’unità del GRU che è stato anche coinvolto nel caso Skripal e altri omicidi di sabotaggio e avvelenamento e un ufficiale del GRU che è stato coinvolto in campagne di disinformazione.

@EliotHiggins

Secondo Bellingcat, gli indagati sono proprietari di società specializzate in parti marittime e aeronautiche, computer, servizi informatici e società di investimento. Una di queste società ha sede a Cipro ed è stata di proprietà per molti anni di un funzionario del GRU in pensione.

Bellingcat dice anche che la figlia di Koelkova ha una relazione con il figlio di un ex capo dell’intelligence militare svedese. Questa relazione sarebbe emersa dopo il ritiro del leader.

Un altro caso di spionaggio

Si è aperto ieri in Svezia il processo contro altri due sospettati di spionaggio. Questi due fratelli di origine iraniana avrebbero spiato per conto del GRU tra il 2011 e il 2021.

Uno dei fratelli ha lavorato sia per il servizio di intelligence svedese SAPO che per l’esercito svedese nel 2014. Presumibilmente aveva accesso a informazioni sulle spie svedesi all’estero. Un esperto di intelligence ha detto alla televisione svedese che i fratelli avevano compilato un elenco di tutti i dipendenti SAPO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *