Dati sul coronavirus oggi, mercoledì 23 dicembre

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 14.522 nuovi casi positivi di coronavirus e 553 decessi per COVID-19, la malattia causata dal virus.

Attualmente sono 27.170 i ricoverati (465 in meno di ieri), di cui 2.624 in terapia intensiva (63 in meno di ieri) e 24.546 in altri reparti (402 in meno di ieri). Sono stati analizzati un totale di 175.364 tamponi. L’8,3% dei tamponi è risultato positivo. Ieri i contagi registrati sono stati 13.318 e 628 morti.

La regione con il maggior numero di casi è stata il Veneto (3.357). Poi vengono la Lombardia (2153), la Campania (1067), l’Emilia-Romagna (1129), il Lazio (946), la Puglia (942), il Piemonte (933).

Le principali notizie di oggi

• A Loreto, in provincia di Ancona, è stato individuato un caso della cosiddetta “variante inglese” del coronavirus, così chiamata perché individuata in Inghilterra e che sembra potersi diffondere più facilmente delle varianti. circolato finora. Il caso è stato identificato dal laboratorio di virologia degli Ospedali Riuniti di Ancona, ma secondo come riportato dal direttore del laboratorio, Stefano Menzo, il contagiato non avrebbe avuto legami diretti con la Gran Bretagna.

• Va però precisato che è altamente improbabile che quello riscontrato a Loreto sia il primo caso italiano della cosiddetta “variante inglese”. Il primo caso è stato infatti individuato nel Kent, nel sud-est dell’Inghilterra, il 20 settembre, ed è molto probabile che si sia diffuso anche all’estero. Molti governi, tuttavia, hanno interrotto i loro legami con il Regno Unito. Molti si sono chiesti se le restrizioni imposte al Regno Unito dai governi potessero davvero servire a fermare la diffusione della nuova variante. Qui abbiamo spiegato perché queste limitazioni potrebbero rivelarsi inefficaci nel rallentare la distribuzione della nuova variante.

READ  il gesto scioccante del fratello smaschera la duchessa

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *