Decine di migliaia evacuate a Sydney sotto la minaccia di inondazioni e smottamenti | All’estero

Nella parte bassa della città, l’acqua è già alta 1,5 metri in alcuni punti. “Ora affrontiamo pericoli su molti fronti: inondazioni improvvise, straripamenti dei fiumi ed erosione costiera”, ha detto in una conferenza stampa il ministro dei servizi di emergenza del NSW Steph Cooke. “Questa è un’emergenza pericolosa per la vita”, ha detto Cooke.

Più di 200 millimetri di pioggia sono caduti in molte zone, con punte di 350 millimetri, secondo i servizi meteorologici. Le forti piogge hanno causato la perdita della diga principale di Sydney. Le autorità temono che la situazione possa peggiorare e che la diga possa traboccare, proprio come la diga di Warragamba all’inizio dell’anno scorso. Una stanza adiacente doveva essere evacuata.

Inondazioni improvvise

“Non c’è posto per l’acqua nelle dighe. Cominciano a traboccare. I fiumi scorrono molto veloci e sono molto pericolosi. E poi abbiamo il rischio di inondazioni improvvise, a seconda di dove cade la pioggia”, hanno affermato le autorità regionali.

Nel villaggio di Menangle, a circa 70 chilometri a sud-ovest di Sydney, il livello dell’acqua del fiume Nepean ha raggiunto un’altezza di 16,5 metri. Questo è appena al di sotto del massimo storico di 16,8 metri misurato ad aprile di quest’anno.

Sabato, 29 persone sono state salvate dalle aree allagate, inclusa una che è rimasta appesa a un palo per un’ora mentre gli operatori umanitari hanno lottato per raggiungere le vittime.

Il governo australiano ha fornito allo stato 100 soldati per aiutare con sacchi di sabbia e due elicotteri, ha detto a Sky News il segretario alla Difesa Richard Marles.

READ  Madre impiccata di 13 bambini, aveva suonato in Gravidanze straordinarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.