“Diamo credito ai ragazzi, a questi livelli è difficile ribaltare un gioco mal concepito”

Il tecnico Ettore Messina ha commentato la sesta vittoria consecutiva di questa EuroLeague contro lo Zenit San Pietroburgo: “E ‘una grande vittoria contro un’ottima squadra, lo ha dimostrato soprattutto nel primo tempo, quando la sua difesa ci ha regalato tanti problemi, non bravo a spostando la palla da una parte all’altra del campo, e in difesa come abbiamo fatto con l’Olympiacos nel terzo quarto giravamo bene ma non abbastanza veloci da disturbare davvero i loro tiratori. A livello di EuroLeague non basta alzare un braccio per indurre un errore. Nella ripresa abbiamo fatto meglio e in attacco abbiamo spostato il pallone e trovato i canestri giusti. Non è mai facile a questi livelli rovesciare un gioco che inizia male, quindi devo ringraziare i ragazzi per averlo fatto. È stato un mese fantastico, ora passiamo ai prossimi incontri. In finale ho usato un piccolo quintetto perché volevo avere più tiri, più maneggevolezza della palla. Per quanto riguarda la classifica, continuo a sognare i playoff ea guardarmi alle spalle per il carattere. Poi so che abbiamo molti giocatori che sono arrivati ​​alle Final Four, hanno vinto e non sono contenti di fare i playoff, vogliono anche una buona classifica. Ma abbiamo una specie di patto non scritto di non parlare mai di un gioco diverso da quello successivo. E se ci fosse stato un punto di svolta? Diciamo che ci conosciamo meglio, crediamo in quello che facciamo, che è fondamentale, e perché non basta chiedere qualcosa per rimediare. Anche i cinque giorni trascorsi tra Madrid e Valencia, praticamente chiusi in hotel, hanno cementato lo spirito, i ragazzi si sono parlati, si sono conosciuti meglio ”.

READ  Modi rapidi per verificare le immagini onlin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *