Dieci film del 2000 da rivedere 20 anni dopo. Hanno resistito alla prova del tempo?

È opinione diffusa che quest’anno sia l’anno peggiore che l’umanità possa ricordare dalla Seconda Guerra Mondiale. Tra i tanti disastri della pandemia, c’è la virtuale scomparsa delle uscite in cinematografia e un drastico calo delle produzioni che interesserà anche il prossimo anno. Quindi diamo uno sguardo al passato, alle uscite di 20 anni fa, nel 2000, e vediamo quali film hanno superato la prova del tempo.

GLADIATORE

Massimo, Massimo, Massimo … questo significa qualcosa per te? Il Gladiatore con Grace Russell Crowe di Ridley Scott (anche fisicamente) è senza dubbio il film del 2000. Ha vinto 5 Oscar, compreso quello per il miglior film, e ha dedicato l’attore australiano all’Olimpo delle star mondiali. La sua interpretazione del generale Massimo Decimo Meridio, che supera tutte le prove per vendicare l’omicidio della moglie e del figlio, continua nel tempo dopo 20 anni, così come la perfidia di Joaquin Phoenix, all’epoca semi-attore. sconosciuto. Stupenda voce di Luca Ward che ha soprannominato il gladiatore al quale sono perdonate le inesattezze storiche.

RIMUOVERE

Nel secondo film, il regista britannico Guy Ritchie, allora sposato con Madonna, è stato una boccata d’aria fresca per il cinema pop. Criminali ossessivi, goffi ladri, pericolosi gangster russi, formidabili zingari come Brad Pitt, personaggi della malavita come Jason Statham, montaggio frenetico, colonna sonora divertente, così come il film che dopo 20 anni non ha perso la sua freschezza. Controllare.

Naufragato

La sequenza in cui il personaggio di Tom Hanks va alla toilette che inizia a tuffarsi nell’oceano mi viene in mente ogni volta che sali su un aereo. Coraggioso il film di Robert Zemeckis che costringe la star a un monologo per la maggior parte del film, vista l’ambientazione su un’isola deserta dopo l’incidente aereo. Oltre a Tom Hanks, ricorda il pallone Wilson e i pacchi FedEx. Qualche lentezza nel film si fa sentire, ma rimane una delle migliori interpretate dal vincitore dell’Oscar.

READ  Ho commesso un errore e ho perso Hope, una persona unica

MEMENTO

Il secondo film di Cristopher Nolan è complesso e bello, che dirige il film come se fosse un insieme di sequenze all’interno di matrioske russe. Il personaggio interpretato da Guy Pearce ha un disturbo della memoria e scrive qualsiasi cosa su carta perché se ne dimentica rapidamente e il suo obiettivo è trovare l’assassino di sua moglie. Un’impresa ardua, però …

X MEN

Non è certo una pietra miliare del cinema, per molti dimenticabile, ma ha un merito. Quello di essere stato il primo film di una serie, praticamente infinita, dedicata ai superoos, che poi danno vita e sequel, remake, reboot, anteprime, spin-off insomma, qualsiasi prodotto audiovisivo che garantisca una collezione. Sì, perché il mondo dei supereroi funziona ancora al botteghino.

BILLY ELLIOTT

Un piccolo film fantastico. Diretto dall’inglese Stephen Daldry, aveva come protagonista un giovanissimo Jamie Bell, che in seguito divenne un attore di Hollywood, da ragazzino figlio di un minatore del nord dell’Inghilterra che aveva un enorme talento in danza. Un film contro i pregiudizi e sulla bellezza delle passioni che illuminano i cuori anche di quelli impolverati dal carbone delle miniere. Ottima colonna sonora, da ascoltare a tutto volume.

ERIN BROCKOVICH

Una storia vera ha ispirato Steven Soderbergh, regista del film, e Julia Roberts che ha vinto l’Oscar con questa moderna eroina. Erin Brockovich, precaria segretaria di uno studio legale e trentenne madre di tre figli, sentimentalmente libera dopo due divorzi, motivata da curiosità, ingegno e senso della giustizia, indaga sul Pacifico Gas and Electric Company, che ha contaminato le falde acquifere di Hinkley, una città della California, provocando il cancro ai residenti.

READ  la trama della seconda puntata di mercoledì 2 dicembre

IL TALENTO DEL SIG. RIPLEY

Fiorello canta con Jude Law, certo, ma anche il giovane talento di Matt Damon che fiorisce in questo thriller di Anthony Minghella, tratto da un romanzo di Patricia Highsmith, poi Gwyneth Paltrow in una cartolina in Italia. Il film è stato nominato per cinque Oscar, senza vincerne nessuno. Non ha perso nulla dopo 20 anni.

I CENTO PASSI

La commovente e terribile storia di Peppino Impastato, magistralmente interpretata da Luigi Lo Cascio, che si è opposto alla mafia, prendendola in giro in radio libera. Ed è stato assassinato. Diretto da Marco Tullio Giordana in uno dei suoi migliori film. Al David di Donatello ha vinto cinque premi.

Incontrami

La commedia americana che non puoi fare a meno di guardare in TV nonostante dozzine di repliche. Robert De Niro e Ben Stiller in ottima forma, brillanti, veloci, familiari. Un cult che ha dato vita a due sequel, diventando una trilogia a cui si sono aggiunti anche Dustin Hoffmann e Barbra Streisand.


Ultimo aggiornamento: mercoledì 30 dicembre 2020, 22:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *