Disastro aereo in Nepal: almeno 68 morti, lunedì continuano le ricerche dei dispersi |  instagram

Disastro aereo in Nepal: almeno 68 morti, lunedì continuano le ricerche dei dispersi | instagram

Almeno 68 delle 72 persone a bordo sono morte domenica in un incidente aereo nel Nepal occidentale. Lo riferisce l’Autorità per l’aviazione civile del Nepal.


Gaspare Naber


Ultimo aggiornamento:
19:03

Quindici dei 68 passeggeri provenivano dall’estero. Si tratta di cinque indiani, quattro russi, un irlandese, due sudcoreani, un australiano, un francese e un argentino, ha detto un funzionario dell’aeroporto all’agenzia di stampa Reuters. Nulla si sa del loro destino. Inoltre, a bordo c’erano 53 nepalesi, inclusi due bambini.

Centinaia di soldati e operatori umanitari hanno perlustrato tutto il giorno il relitto dell’aereo alla ricerca di sopravvissuti, ma finora hanno trovato solo morti. “31 corpi sono stati portati in ospedale. Nel canyon dove l’aereo si è schiantato, sono già stati trovati 36 corpi”, ha detto il capo della polizia AK Chhetry all’agenzia di stampa francese AFP.


Preventivo

Ho sentito un uomo chiedere aiuto, ma a causa delle fiamme e del fumo non abbiamo potuto aiutarlo

Residente

Almeno un testimone ha riferito di aver sentito grida di aiuto dal relitto. Un residente locale ha visto i vicini portare in ospedale due passeggeri gravemente feriti.

Secondo l’agenzia di stampa L’Associated Press (AP) Decine di spettatori si sono radunati intorno al luogo dell’incidente mentre i soccorritori rastrellavano il relitto dal bordo della scogliera e nel burrone sottostante. Un residente locale ha detto ad AP che i soccorsi sono stati ostacolati dal fumo intenso e dal fuoco. Per questo lunedì continuano le ricerche delle quattro persone scomparse. “Le fiamme erano così calde che non potevamo avvicinarci al relitto. Ho sentito un uomo chiedere aiuto, ma a causa delle fiamme e del fumo non siamo riusciti ad aiutarlo”, ha detto il residente locale.

READ  la loro "colpa" - Libero Quotidiano

Una metà dell'aereo si trova su una collina, l'altra in una gola del fiume Seti.

Una metà dell’aereo si trova su una collina, l’altra in una gola del fiume Seti. © tramite Reuters

A pezzi

Il bimotore ATR 72 si è schiantato per motivi sconosciuti poco prima dell’atterraggio. L’incidente è avvenuto in una zona collinare tra il vecchio aeroporto nazionale e il nuovo aeroporto internazionale di Pokhara. Il luogo dell’incidente si trova a circa un miglio a nord di quest’ultimo aeroporto, che è stato chiuso a tempo indeterminato dopo la tragedia.

Secondo l’autorità dell’aviazione civile, l’aereo è entrato in contatto con l’aeroporto di Pokhara alle 10:50 ora locale (6:06 nei Paesi Bassi) vicino alla gola del fiume Seti e si è schiantato poco dopo. Secondo un portavoce dell’esercito, l’aereo è andato in pezzi durante lo schianto. Poi ha preso fuoco. Le riprese della televisione locale hanno mostrato dense nuvole di fumo nero sul luogo dell’incidente.

“Metà dell’aereo è su una collina”, ha detto a Reuters un residente locale Arun Tamu da dove si è schiantato l’aereo. “L’altra metà è caduta nella gola del fiume Seti.”

Soldati dell'esercito nepalese cercano tra le macerie i sopravvissuti.

Soldati dell’esercito nepalese cercano tra le macerie i sopravvissuti. ©AFP

transponder “obsoleto”.

Il primo ministro nepalese Pushpa Kamal Dahal ha convocato il gabinetto per una riunione di emergenza dopo l’incidente aereo. Si è deciso di istituire una squadra investigativa per fornire una risposta definitiva alle cause della tragedia. Il team dovrebbe riferire entro 45 giorni, ha detto successivamente ai giornalisti il ​​ministro delle finanze Bishnu Paude.

Secondo FlightRadar24, l’aereo aveva quindici anni e aveva un “transponder” obsoleto, un dispositivo elettronico che riceve segnali radio dalle installazioni radar aeroportuali e poi invia dati su posizione, altitudine e velocità al suolo, tra le altre cose. segnale radio. Carichiamo dati ad alta risoluzione e controlliamo la qualità dei dati.

Yeti Airlines possiede sei aerei ATR 72-500, incluso l’aereo precipitato, secondo il suo sito web. “I nostri specialisti ATR sono pronti a supportare le indagini e il cliente”, ha detto la compagnia aerea su Twitter, aggiungendo che i suoi primi pensieri sono con le vittime e le loro famiglie.

Il franco-italiano ATR (Avions de Transport Regional/Aerei di Trasporto Regionale) ATR 72 è un velivolo bimotore ampiamente utilizzato prodotto da una joint venture tra Airbus e Leonardo. Non hanno ancora risposto alle richieste di commento.

L'aereo che si è schiantato è un aereo Yeti Air tipo 9N ANC ATR72.

L’aereo che si è schiantato è un aereo Yeti Air tipo 9N ANC ATR72. © Videostill YouTube/Nepal Air Force

video

L’appassionato di aviazione Aerowanderer ha pubblicato un video su Twitter di quelli che sarebbero stati gli ultimi momenti dell’aereo prima dello schianto. Il filmato, apparentemente ripreso da un residente locale, mostra l’aereo che vola basso sopra una zona residenziale, facendo improvvisamente una brusca virata a sinistra e poi volando quasi di lato. Poi scompare dalla vista. Qualche istante dopo, si sente una forte esplosione, seguita da urla.

Un altro residente che ha assistito anche lui alla tragedia ha visto l’imbarcazione avvicinarsi al tetto della sua casa. “Tremava e si muoveva da una parte all’altra. All’improvviso il muso si è abbassato e l’aereo è scomparso nello spazio tra due colline”, ha detto Khum Bahadur Chhetri all’agenzia di stampa Reuters.


nuovo aeroporto

Pokhara, a circa 200 chilometri a ovest di Kathmandu, è la porta d’accesso al circuito dell’Annapurna, dove gli appassionati di montagna possono fare trekking sulla montagna alta 8.091 metri dell’Himalaya.

L’aeroporto internazionale è stato aperto solo due settimane fa. Il volo da Kathmandu, che normalmente dura 27 minuti, è popolare in quanto i viaggiatori devono altrimenti viaggiare per circa sei ore su strade collinari.

L’incidente più mortale degli ultimi 30 anni

Le condizioni meteorologiche nella regione di Pokhara erano buone al momento dell’incidente, secondo l’autorità per l’aviazione civile del Nepal. “Il tempo era sereno”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters il portavoce Jagannath Niroula.

Secondo Aviation Safety Network, l’incidente aereo è il più mortale in Nepal dal 1992. Il 28 settembre dello stesso anno, un Airbus A300 della Pakistan International Airlines si è schiantato contro una collina durante l’avvicinamento all’aeroporto di Kathmandu. Tutte le 167 persone a bordo sono state uccise.

Almeno 309 persone sono morte in incidenti aerei o elicotteri in Nepal dal 2000. Nello stato montuoso – sede di otto delle 14 montagne più alte del mondo, tra cui l’Everest – il tempo può cambiare improvvisamente e creare condizioni pericolose. L’Unione Europea ha negato alle compagnie aeree nepalesi l’accesso al proprio spazio aereo per motivi di sicurezza dal 2013.


da Reuters

© tramite Reuters

Guarda i nostri video di notizie nella playlist qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *