Ecco i sei “mostri d’acqua” più spaventosi dell’Olanda Settentrionale

Ecco i sei “mostri d’acqua” più spaventosi dell’Olanda Settentrionale

Se pensavi di non incontrare nessun mostro acquatico nella nostra provincia, ti sbagli. Nelle nostre acque dolci e salate ci sono infatti animali che sembrano spaventosi o che possono causare brutte ferite. È così che Lotte Uittenbogaard è uscita da Rijsenhout lo scorso martedì leggermente ferito da un attacco di pesci predatori. NH Nieuws elenca gli animali acquatici più pericolosi e terrificanti.

1: Viva il tossico 🐟

Il vivace, piccolo ma vizioso, sta conquistando sempre più terreno nel nostro Mare del Nord. Le creature marine si trovano più spesso nelle nostre acque, poiché la temperatura media del mare è aumentata di quasi due gradi. Creature velenose più piccole di dieci centimetri possono causare problemi ai visitatori della spiaggia. Il “mostro” può pungere ed è ancora più doloroso di una puntura di vespa. Secondo il biologo Ecomare Pierre Bonnet, si fanno sempre più segnalazioni sulla creatura marina. “Il piccolo viva era una rarità quindici anni fa. L’argomento più utilizzato per la loro avanzata è il cambiamento climatico. Con il caldo, il viva si sposta a nord”, ha detto il biologo a NH Nieuws.

Il testo continua dopo la foto.

Pieterman – KNRM

Il live si trova principalmente in paesi come la Spagna e il Marocco. È sepolto nell’acqua con la testa appena sopra la sabbia. Nelle torbide acque del Mare del Nord è quindi praticamente invisibile. Chi lo calpesta rischia di essere punto. “Una svolta molto spiacevole per la tua vacanza.”

Punto da una weever, e adesso?

Il veleno di Weever può causare gonfiore e pulsazioni. Non ti ucciderà, ma se ne sei sensibile, può farti star male per una settimana.

La cosa migliore da fare con una puntura è mantenere la ferita sopra i 40 gradi in una ciotola d’acqua. L’acqua calda fa coagulare le proteine ​​​​del veleno, rendendo il veleno inattivo. Quindi spalmalo con un unguento come la betadina e mettici sopra una benda.

2: Luccio che morde

Ma i pesci mostruosi si trovano anche nei fossi e nei laghi. Non capita spesso che una picca attacchi un essere umano. Eppure è successo a Lotte Uittenbogaard (20) di Rijsenhout.

È successo quando stava remando con un conoscente su un molo della Westeinderplassen ad Aalsmeer verso le otto. “Dopo pochi minuti, ho sentito una specie di morso al piede.” Una foto del piede di Lotte mostra chiaramente le ferite lievi. “Ha iniziato a sanguinare subito, sembra una dentizione.”

READ  Razer presenta il poggiatesta Project Carol con altoparlanti surround aptici integrati - Gaming - Novità

Il testo continua dopo la foto.

I denti di una luccio – NH Nieuws

Probabilmente è un luccio o un lucioperca. Il luccio ha spesso un aspetto spaventoso con la sua grande bocca piena di 700 denti aguzzi. Questi pesci possono raggiungere anche una lunghezza fino a un metro. Di solito i lucci si trovano in aree con molta vegetazione acquatica, gallerie, ponti o altre interruzioni d’acqua.

Il rischio di essere morsi da un luccio è molto basso. Inoltre, i lucci non mangiano carne umana e in situazioni davvero eccezionali mordono solo quando vanno nel panico o, secondo il ricercatore di Haarlemmermeerse Bosplas Axel Gunderson, sono innescati da oggetti tremolanti. “Una volta qualcuno dell’associazione è stato attaccato da un luccio sulla sua maschera da sub. Ho persino visto un luccio attaccare il manometro scintillante dell’attrezzatura subacquea del mio compagno di immersione.”

“Se i lucci sono di fronte a te e iniziano a sbadigliare, voltati anche tu e rispetta il loro spazio.” Perché un luccio o un lucioperca prendono un piede? “Se scalci leggermente l’acqua con i piedi, ottieni anche bolle che brillano”, afferma il ricercatore.

Paura del luccio o del morso?

Se vieni catturato da un luccio, poi spara soprattutto il piede o la mano non ritornano immediatamente. I denti sono nella tua pelle e non vuoi causare graffi più profondi. Devi rimanere calmo e immobile finché non si lascia andare.

Dopo il morso, dovresti controllare se c’è dello sporco nella ferita e, in tal caso, dovresti risciacquarla immediatamente. Successivamente, è necessario disinfettare la ferita.

Se sei un po’ spaventato dai 700 denti aguzzi, assicurati di fare attenzione ai tunnel, ai ponti e alle piante acquatiche proprio accanto. In acqua limpida, controlla sempre prima che i pesci o qualsiasi cosa scivoli. “Quando vado a nuotare, mi assicuro che niente brilli come le chiavi della macchina”, dice Gunderson.

3: Pesce gatto di quasi due metri 🐋

Questo amati residenti e i visitatori del Toolenburger Plas a Hoofddorp anni fa stanno andando bene. In estate è stato avvistato un pesce molto grande.

Il fotografo subacqueo Ron Offermans di Oostzaan è andato alla Toolenburgerplas con un certo numero di subacquei. Uno dei subacquei è riuscito a fare una bella registrazione video della bestia. Quando gli è stato chiesto se fosse intimidatorio vedere il pesce da vicino, un subacqueo ha risposto: “Se cade su di te, sì. Certo, mi sono allontanato un po'”.

READ  DuckDuckGo bloccherà presto gli script Microsoft su siti Web di terze parti - IT Pro - News

Il testo continua dopo il video.

Il pesce gatto è stato avvistato!

Anche se questo pesce gatto sembra mostruoso, non dobbiamo preoccuparci che un pesce gatto attacchi un essere umano. Il pesce gatto adulto mangia principalmente pesce, ma nel menu sono presenti anche altre specie, come anfibi e uccelli acquatici. Il pesce gatto non ha denti ma usa una specie di placche a becco con punte rivolte all’indietro che sembrano carta vetrata.

4: Lamprede succhiasangue

Questo animale speciale ha abitato il mondo per milioni di anni e striscia nei mari e nei fiumi della nostra provincia. La lampreda di mare, detta anche lampreda, è un pesce senza mascelle dalla bocca temibile ed è anche conosciuto come il “vampiro delle creature marine”. “Sembra che le lamprede di mare abbiano nuotato lontano dai film dell’orrore”, ha dichiarato Ecomare d’accordo con NH News.

Il testo continua dopo la foto.

Wikipedia

Le lamprede di mare sono parassiti. Il “vampiro” succhia grossi pesci con la bocca e denti minuscoli per berne il sangue, spiega Ecomare. Mangiano anche la pelle e i fluidi corporei, tra le altre cose, di merluzzo, salmone, sgombro e persino squali. Per questi animali, un tale attacco da parte di una lampreda di mare può portare alla morte.

Una volta che la sua preda è morta, la lampreda si lascia andare e va alla ricerca di una nuova vittima. Le bestie devono il loro nome ai nove fori sui lati della loro testa. Il foro anteriore è l’apertura nasale, il secondo è l’occhio. Gli altri sette fori servono per la respirazione.

Nel 2016, durante un’escursione in pianura fangosa a Texel, i partecipanti all’escursione hanno trovato questo animale pericoloso. Pericoloso almeno per il pesce di cui sopra, perché un attacco di lampreda di mare agli esseri umani è sconosciuto al nostro biologo di casa Stephan Roest. “Non ho mai sentito parlare di una lampreda di mare che succhia un essere umano”, rassicura.

READ  Europa League, primo quarto: Ajax-Roma 1-2 con reti di Klaassen, Pellegrini e Ibanez

5: Gamberi con artigli viziosi

Negli ultimi anni ci sono sempre più Gambero americano avvistato nei Paesi Bassi. Le aragoste sembrano gradire soprattutto a ‘t Gooi, dove si vedono più spesso nei Paesi Bassi. Gli animali sono certamente innocui, ma sembrano particolarmente “spaventosi” con i loro grandi artigli.

I gamberi sono piccoli e generalmente poco aggressivi. I gamberi hanno artigli che usano per tagliare le piante acquatiche per cibo e protezione. Gli artigli di un’aragosta sono piccoli ma affilati. Finché non entri in contatto con gli artigli, i gamberi sono innocui. Un gambero non usa i suoi artigli da solo e non può pungere.

Il gambero americano non è affatto originario dei Paesi Bassi, ma sta progredendo sempre di più. Poiché la bestia non ha nemici naturali, si moltiplica alla velocità della luce. Questo non piace a tutti: in molte regioni gli animali sono un vero flagello. Danneggiano gli argini e influiscono sulla qualità dell’acqua.

Il testo continua dopo la foto.

6: Nomi che mordono o: vespe d’acqua

Infine ci sono anche i nostrimo, detti anche nuotatori a schiena d’asino, e si trovano in tutte le acque dolci. il nostromo Sii grato il corpo ricorda una barca capovolta. Il colore è marrone e il dorso è rosa. Raggiunge circa 1,5 cm.

Il nostromo è anche chiamato la vespa d’acqua. A causa delle potenti mascelle, è meglio stare alla larga, perché un morso può essere molto doloroso secondo il nostro giornalista di animali Stephan Roest. “Mi ha fatto male per un po'”, dice riferendosi alla propria esperienza.

Con un morso, non puoi fare molto di più che aspettare che il dolore scompaia. Se il dolore non scompare, vale la pena chiamare il medico.

Adobe Stock

Quindi ci sono “mostri acquatici” nelle nostre acque. Tuttavia, non c’è motivo di farsi prendere dal panico. Finché trattiamo gli animali con rispetto e consideriamo il loro habitat, ci lasceranno in pace. Perché secondo Roest, i più grandi mostri acquatici sono: gli “umani”.

Scarica l’app

🔔 Tieniti informato sulle novità nella tua regione, scarica l’app gratuita di NH News.

Scarica dall'App StoreScopri su Google Play

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *