Ecco il metodo definitivo per abbronzarsi senza scottature e senza usare prodotti chimici con 2 semplici consigli

Per tutti i tipi di pelle esistono una miriade di prodotti cosmetici per un’abbronzatura perfetta.

Eppure ogni estate quasi tutti hanno a che fare con le scottature.

Precisi come sei nella scelta dei prodotti più adatti alla tua pelle, il rischio c’è sempre.

Ma c’è un modo per non scottarsi ed è anche il più naturale.

Ecco il metodo definitivo per abbronzarsi senza scottature e senza usare prodotti chimici, con 2 semplici consigli.

1 – I bei tempi

Spesso approfittiamo della prima bella giornata di giugno per tuffarci in spiaggia sotto il sole.

È proprio in questi casi che spesso ci bruciamo. Chi ha la pelle più chiara deve fare molta attenzione.

Tuttavia, non possiamo rinunciarvi. Il trucco sta nel tempismo.

Innanzitutto evitate di prendere il sole nelle ore più calde, quindi è bene iniziare dalle 8-10 e dalle 17-19. In questo modo, puoi anche evitare di mettere creme e protettori se hai la pelle tendente all’abbronzatura.

In caso di pelle molto chiara, invece, è sempre consigliato l’uso di una crema protettiva.

2 – Giorni con tempo variabile

Un altro consiglio interessante è approfittare delle giornate nuvoloso.

Quando il cielo è nuvoloso, le nuvole leggere forniscono protezione. Se sei in spiaggia in questi giorni potrebbe sembrare sciocco, ma stai ancora prendendo il sole. Per le pelli delicate, infatti, si consiglia anche di evitare le ore più calde.

Giornate come questa sono comuni nella tarda primavera e sono il modo perfetto per ottenere la prima abbronzatura e affrontare il sole d’agosto preparativi.

Ecco il metodo definitivo per abbronzarsi senza scottature e senza usare prodotti chimici, con 2 semplici accorgimenti:

  • goditi le ore più fresche;
  • approfitta delle giornate leggermente nuvolose.
READ  Tempo, piogge ancora e freddo nei fine settimana: situazione instabile

(Vi ricordiamo di leggere attentamente le clausole di esclusione di responsabilità relative a questo articolo, che possono essere visionate Oms”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *