Entra Eriksen al 91 ‘di Inter-Bologna. Conte: “Ottimo rapporto”

Il tecnico nerazzurro spinge Hakimi: “Ha la squadra giusta e l’allenatore per migliorare”. E su Lukaku: “Sembra un calciatore americano”

Antonio Conte è soddisfatto ma non al 100% dopo il 3-1 di Bologna a San Siro. “Non dobbiamo riaprire le partite che dominiamo – ha detto il tecnico nerazzurro a Dazn a fine partita – il gol del 2-1 è arrivato inaspettato, dobbiamo fare di meglio. Nell’ultimo campionato siamo venuti. da una brutta esperienza con il Bologna, eravamo uniti e battuti nonostante la superiorità numerica. Appena rinunciamo un attimo rischiamo e non possiamo permettercelo “.

Analisi

Poi Conte si è concentrato sull’analisi tattica della partita: “In Italia, a differenza di altri paesi, si gioca un calcio molto tattico. Quest’anno si alternano ipertensione e momenti di attesa. La scorsa stagione siamo sempre stati. sotto ipertensione ha dato i suoi frutti ma abbiamo dato qualcosa in più Buon equilibrio è la cosa migliore, l’importante è essere corti, attaccanti e difensori devono aiutare a mantenere la squadra sul 30-35 Quello che abbiamo fatto prima è ancora un bagaglio, un’arma da usare quando ne abbiamo bisogno.

Hakimi e gli aggressori

Su Hakimi: “Ha 22 anni, ha qualche anno di esperienza al Dortmund ma in Germania giochiamo meno tattico, che ti ‘battezza’ meno dal punto di vista personale. Nel nostro campionato ce n’è meno. di posti, le squadre avversarie sono meglio preparate per le sue caratteristiche. Deve migliorare, lavorare, è nella squadra giusta con l’allenatore giusto per farlo. Sono felice perché queste prestazioni aumentano la sua fiducia e autostima Ha le qualità e devo renderlo uno dei più forti in questo ruolo. Per Lukaku, invece, non ci sono più parole: “Ma secondo me può ancora crescere – assicura Conte – l’ho sempre definito un diamante grezzo, era arrivato dov’era grazie al suo qualità. Lavorandoci è diventato uno dei più forti al mondo. Ha tecnica, qualità fisiche, gambe. Sembra un calciatore americano. È unico. È umile, si mette a disposizione , Sono contento con lui come con Lautaro. E anche con Sanchez, anche se deve essere più deciso, per farcelo fare. Qualche gol in più … è stato a lungo inattivo a Manchester, ora trova continuità e può essere decisivo anche quando la partita è in corso “.

READ  Vince anche l'Italia riserve, eliminato il Galles e primi gli Azzurri

Eriksen

Ancora una volta l’arrivo di Eriksen in pieno recupero ha sollevato qualche sopracciglio: “Il mio rapporto con Christian è ottimo, come con tutti i calciatori – Scorciatoia -. Ragazzi sanno che quando scelgo un giocatore ho il mio ragioni, nel migliore interesse della squadra. Sta lavorando, deve continuare a farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *