EO sotto tiro da controversi multimilionari in What Are They Doing It?

EO sotto tiro da controversi multimilionari in What Are They Doing It?

Un piccolo milione di persone si sono iscritte al programma mercoledì sera Perché lo fanno? con loro grande sorpresa, una sbirciatina nel portafoglio del milionario Vasco Rouw, che non ha problemi a pagare decine di migliaia di euro per una vacanza nella città greca di Kos, guida una costosa macchina sportiva e ha appena acquistato una lussuosa fattoria a Emmen. Ed è facile perché la famiglia Rouw guadagna circa 130.000 euro al mese.

Vasco abbandonò la scuola all’età di quindici anni per avviare un’attività di gioco. Oggi è un multimilionario e guadagna i suoi soldi investendo in criptovalute, tra le altre cose. Tuttavia, molti spettatori si chiedono se questo sia del tutto equo e lo associano a pratiche fraudolente.

Due mesi fa Vasco era ancora visibile in a ARRABBIATOepisodio di Tim Hofman, che ha denunciato le sue controverse pratiche sulla criptovaluta Xpose – a cui Vasco ha legato il suo nome. Anche il programma Radar ha esaminato il controverso corso degli eventi, così come il giornalista della BNR Aäron Loupatty, che gli ha dedicato un podcast in quattro parti.

Le abitudini di spesa della famiglia sono quindi andate storte per molte persone. ‘130.000 euro al mese… truffando professionalmente gli altri, giusto?’ twittare qualcuno. “Perché l’EO sta dando un palcoscenico ai truffatori?” chiede un altro. “Se la redazione avesse fatto i compiti, il truffatore non sarebbe stato invitato”, reagisce un altro telespettatore frustrato.

Secondo l’OE, le registrazioni sono avvenute tra giugno e dicembre 2021 e non consentono la partecipazione di persone che – secondo le informazioni in loro possesso – indicano casi penali. Tim Hofman ha detto a RTL Boulevard che non poteva dire nulla sul caso al momento, ma ha visto tutto e ci sta lavorando.

READ  Selvaggia Lucarelli risponde ai commenti di Signorini sull'errore di Balotelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *