Iva su frutta e verdura non tolta prima dell’estate, Camera arrabbiata

La Camera ritiene che il segretario di Stato Maarten van Ooijen (Sanità pubblica) dovrebbe intervenire in modo più rapido e tempestivo per ridurre l’obesità, il consumo di alcol e il fumo. Perché avremmo dovuto essere molto più avanzati nei Paesi Bassi.

L’Accordo nazionale di prevenzione del 2018 contiene accordi per affrontare il problema del fumo, del sovrappeso e del consumo problematico di alcol. Ma i dati recenti di Statistics Netherlands mostrano che poco è cambiato.

senza obbligo

Troppo lento, troppo informale e troppo frammentato. Sono termini che la Camera usa rispetto all’avanzamento dell’accordo sulla prevenzione. C’è ancora troppo tabacco, troppo alcol e troppe persone sono in sovrappeso. “Mostra coraggio e velocità”, ha invitato il deputato del PvdA Songül Mutluer al segretario di Stato Van Ooijen durante un dibattito sulla prevenzione dello stile di vita.

Sia la coalizione che l’opposizione richiedono slancio e azioni concrete. Il deputato VVD Rudmer Heerema vuole che l’IVA sugli ortofrutticoli sia fissata allo 0% il prima possibile. “È un peccato aspettare così tanto per questo”. Non è necessario, secondo il liberale. Secondo il ministro, il ritardo è dovuto principalmente alla “zona grigia”.

Cos’è un frutto fresco?

Insieme al segretario di Stato Marnix van Rij (Finanza), Van Ooijen riflette su cosa rientra esattamente nella frutta e verdura. Domande come: dovrebbero essere esenti dall’IVA anche una lattina di fagioli o un cartone di pomodori passati?

Heerema non vede il problema. Tutti sanno cosa sono la frutta e la verdura fresca, pensa. In primo luogo, abolire l’IVA su questo, ha suggerito, e colorare quell’area grigia può essere fatto in seguito.

READ  Psicologia della folla, opinione degli esperti: un desiderio pericoloso per la normalità e il cinismo

Tuttavia, Van Ooijen non tornerà sull’argomento fino all’estate, ha detto durante il dibattito. Poi la Segreteria di Stato presenterà anche una proposta per l’introduzione della tassa sullo zucchero, anche un piano dell’accordo di coalizione. Sta pensando a una tassa progressiva, in cui la tassa aumenta con la quantità di zucchero in un prodotto, come nelle bibite.

Non imporre uno stile di vita sano

Vari gruppi politici desiderano sancire una serie di obiettivi di prevenzione nella legge. Van Ooijen è riluttante a farlo. Come la Camera, vuole ottenere guadagni di salute per tutti gli olandesi. Ciò è in parte possibile attraverso le normative legali, ma il governo non può imporre uno stile di vita sano, ha affermato il segretario di Stato. “La fattibilità degli obiettivi dipende anche dalle scelte individuali che le persone fanno. Non puoi farli rispettare legalmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.