ESCLUSIVA TJ – Tedesco su McKennie: “Felice per lui, deve avere tempo per crescere. Ti racconto come si è guadagnato la mia fiducia”. E poi aggiunge: “Grazie alla Juve per l’opportunità …”

E ‘stata una delle belle sorprese del match vinto con la Sampdoria. Weston McKennie ha già rubato la scena, i fan hanno elogiato la sua prestazione sui social e la Juventus potrebbe aver trovato il suo tuttofare. La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l’ex allenatore del Weston McKennie allo Schalke 04 e attuale guida tecnica dello Spartak Mosca Domenico Tedesco, per parlare dei primi giorni del suo ex calciatore e non solo:

Weston ha già conquistato la Juve, nella prima partita della stagione si è distinto sia come centro che come ala alta. Quali sono le tue aspettative su di lui?

“Prima di tutto sono molto contento per lui, credo fosse importante iniziare bene la sua prima partita di campionato. È stato un primo passo nella giusta direzione. Ma non bisogna mai dimenticare che è un grande passo per un giovane giocatore “. perché per giocare in un club grande come la Juve deve fare bene in ogni partita, ma è importante avere pazienza e dare tempo ai giovani per crescere.

Sappiamo che quando sei arrivato allo Schalke McKennie aveva giocato solo una partita la stagione precedente ed era molto giovane. Come è riuscito a guadagnarsi la tua fiducia?

“Non c’è segreto o qualcosa di misterioso (ride). Si è allenato e ha giocato molto bene. E ho visto che stava facendo del suo meglio in ogni momento. Se vedi tutto questo. , è facile per un allenatore che si fida di un giocatore ”.

Secondo lei, la Juventus ha fatto un patto? È questo il club giusto per la tua crescita?

READ  MotoGP Misano, diretta: vincono Vinales, Bagnaia e Rossi. Dovizioso 8 ° e leader

“Non credo che daremo a Weston un motivo per preoccuparsi delle nostre aspettative. Dal mio punto di vista è partito bene e spero che possa continuare così”.

Secondo te sembra un altro giocatore del passato o del presente?

“Non mi piace confrontare i giocatori, perché ognuno ha i suoi punti di forza. Weston è veloce, molto bravo nel controllo di palla e nel pressing. Ha un buon colpo di testa – e prima di tutto – non si arrende mai”. dà il 100% in ogni situazione sul campo “.

Si dice che sia stato Pirlo a richiederlo con forza. Cosa pensi di averlo colpito? E cosa può imparare ancora di più Weston sotto la guida di Andrea Pirlo, uno dei migliori centrocampisti del mondo?

La prima parte della domanda che dovresti porre direttamente ad Andrea Pirlo. Sulla seconda parte: sono sicuro che ogni giocatore può imparare molto da Andrea Pirlo. Era un grande giocatore e sapeva davvero come giocare a calcio. “

Pensa che Omar Mascarell e Suat Serdar potrebbero giocare nella Juventus o in altre squadre di vertice? Cosa pensi di loro?

“Sono bravi ragazzi oltre che buoni giocatori. Ma al momento giocano per lo Schalke 04 quindi non conosco i loro piani per il futuro”.

Sei andato a visitare la Juventus qualche tempo fa. Cosa togli da questa esperienza e pensi che la Juve possa vincere la Champions League con il nuovo allenatore?

“È stata una bella esperienza vedere come lavora una squadra come la Juventus. Sono molto grato per questa opportunità unica, la Juve è una delle squadre più grandi del mondo. Vincere la Champions League non è così facile. Sono cinque o sei le squadre che sono capace di vincere questa competizione. E ovviamente la Juve è una di queste “.

READ  Adesso è Godinopoli: in Sardegna il grande colpo di Giulini. L'uruguaiano guida la difesa

Come vanno le cose allo Spartak? Signore, cosa puoi dire di questa avventura?

Mosca è una grande città. Mi piace davvero vivere lì e adoro anche lavorare per lo Spartak. È il club più grande della Russia con circa 30 milioni di fan in tutto il paese. Abbiamo una squadra molto giovane, circa 23 in media. Ma abbiamo anche un ottimo sviluppo, abbiamo aiutato la squadra in una situazione difficile la scorsa stagione. Infatti siamo secondi dopo otto partite, a pari punti con il leader Zenit. E penso che abbiamo un buon stile di gioco, riusciamo ad avere il 60% di possesso palla e siamo una delle squadre con più tiri in porta. Speriamo di poter giocare una grande stagione in modo da poter dare piacere ai nostri fan. “

Grazie a Domenico Tedesco per la cortesia e la disponibilità dimostrate durante questa intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *