Ecco cosa ha detto il neurologo sulle condizioni di Schumacher

Dal 2013, anno del suo grave incidente sciistico, sullo stato di salute di Michael Schumacher rimane un’aura di mistero. L’ex campione di F1, che vive nella sua villa sulle rive del Lago di Ginevra, è protetto da un cordone di isolamento mediatico creato dalla moglie Corinna.

I suoi tanti fan sperano di rivederlo in pubblico ma le ultime dichiarazioni del neurologo Erich Riederer, non lasciare molte speranze.

Durante un documentario prodotto da TMC France, il medico è stato molto chiaro: “Penso che sia in uno stato vegetativo, il che significa che è sveglio ma non risponde. Respira, il suo cuore batte, può probabilmente sedersi e fare piccoli passi con aiuto, ma non di più. Credo che questo sia il meglio che posso fare“.

Il noto neurologo, alla domanda sulla possibilità di rivedere il tedesco nelle stesse condizioni prima del brutto incidente sciistico, ha risposto con tono laconico, triste ed eloquente: “Non la penso così“.

Di recente, l’ex manager di Schumi Willi Weber, colpito da un ictus nelle ultime settimane, ha parlato dello stato di salute del suo ex pilota: “So che Michael è gravemente infortunato, ma sfortunatamente non ho notizie dei suoi progressi. Vorrei stringergli la mano, forse so come sta, ma tutto questo viene rifiutato da Corinna. “

Piuttosto, la buona notizia viene dal figlio. Il figlio di Michael Schumacher, Mick, attuale leader del Campionato del Mondo di Formula 2 2020, farà il suo debutto in Formula 1 con l’Alfa Romeo il 9 ottobre durante le prove libere del GP Eifel al Nürburgring. Il team Biscione potrebbe anche essere la sua destinazione per il salto definitivo in F1 dal 2021,

READ  Covid, il 15% delle forme gravi dipende dalla genetica. Studi scientifici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *