Eurolega, Ettore Messina e Milan nelle Final Four: “Gran Gol”

Il tecnico approfitta del ritorno del Milan nella top 4 europea ma fissa nuovi obiettivi

Ettore Messina è raggiante. Perché riportare indietro Milan alle Final Four sono affari suoi. Si presenta in sala stampa con Mario Fioretti, il suo assistente da 18 anni nel mondo dell’Olimpia, quello che più di altri sa spiegare cosa ha passato la società, cosa ha cambiato l’allenatore. “Siamo felici e felicissimi, soprattutto per la famiglia Armani – dice Messina -. Sono felice per tutti coloro che lavorano dietro le quinte, che hanno sognato le Final Four e che ora sono qui. La Final Four è un ottimo risultato, ma la cosa più importante sarà tornare ai playoff il prossimo anno. Non deve accadere ogni 20 anni, dobbiamo crescere e migliorare per esserci costantemente. Per questo dobbiamo crescere tutti ”.

Bayern

I complimenti al Bayern sono il primo passo. Perché “abbiamo fatto una grande partita tranne l’ultimo minuto, dove abbiamo dimostrato cosa significa avere paura di vincere. Mi sarei ritirato se avessimo perso! Congratulazioni al Bayern, una squadra eccellente e ben costruita. Era un avversario pericoloso perché lo avevamo battuto due volte in regular season e poteva sembrare facile farlo anche nei playoff. Ma non era così, e lo hanno dimostrato: avrebbero potuto vincere facilmente questa serie ”. Poi i complimenti per Shileds, decisivi con i suoi 34 punti in questa gara-5. Ha fatto tanti progressi: quando è arrivato aveva dei limiti e non era certo lui l’uomo a cui dare palla nei momenti decisivi. Adesso spesso è lui a ricevere la palla per assicurarsi che in campo succeda qualcosa ”.

READ  Ronaldo: "Forza Portogallo! I ragazzi sono con te"

Soddisfazione

“Sono felicissimo che questo sia il quarto club con cui partecipo alle Final Four. Diciamo quattro e mezzo, contando anche il Real che aveva vinto dopo la mia partenza, approfittando del campo nei playoff – ha detto parlando della sua personale soddisfazione -. Questa volta è diverso. Prima perché tornavo in Italia dopo tanti anni, poi perché sembrava che a Milano non si potesse fare le cose in un certo modo. Invece, abbiamo messo insieme un gruppo di persone che condividono un modo di giocare e un modo di comportarsi: ci sono alcuni modi di stare insieme che devi seguire affinché il talento sia decisivo e perché le cose accadano. Poi perdi anche se hai valori e talento, ma in questo modo hai ancora speranza di vincere. Abbiamo un gruppo che qui crede in queste cose: dall’ufficio al campo ”.

Piazza finale

Impossibile spostare l’attenzione del Messina sulla Final Four di Colonia, che per il Milan prenderà il via il 28 maggio in semifinale contro il Barcellona: “Giocheremo contro una squadra che ci ha travolti due volte in regular season. Parliamo d’altro … “. Rimane la soddisfazione per una società vera, perché il Milan è tornato nella top 4 d’Europa. Il Milan di Messina, quello di cui è campione, il presidente-allenatore che ha plasmato la sua immagine e somiglianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *