Numeri in testo normale. Pregliasco: “Miglioramento ancora troppo lento. Gli effetti negativi della riapertura tra due settimane “

In Italia lo sono 305 morti registrate nelle ultime 24 ore, mentre nuovi casi di contagio di Coronavirus, secondo bollettino di Protezione Civile e il Ministero della Salute, lo sono +9.116 l’ultimo giorno. Un trend al rialzo in punti positivi: ieri, 3 maggio, questo dato si è attestato a +5.948. D’altra parte, il tasso di positività, che si ferma a 2,88%. Mentre io sono 136 nuovi ricoveri in unità di terapia intensiva in tutto il paese; numero leggermente superiore a 121 voci registrate ieri. “I dati di oggi sono davvero belli da un punto di vista quantitativo”, ha detto il virologo. Fabrizio Pregliasco.

I dati di oggi

“L’aspetto dei morti resta preoccupante, il numero infatti è ancora troppo alto”, precisa Pregliasco. “Ma il tasso di positività sta diminuendo nel complesso. Ciò dimostra che c’è ancora una grande circolazione del virus negli strati più deboli. Credo che dobbiamo stringere i denti per permettere alla campagna di vaccinazione di andare avanti a tutta velocità ”. E ancora: “Abbiamo sicuramente visto un miglioramento da aprile, ma è ancora troppo lento”.

La riapertura

“La riapertura potrebbe determinare un ulteriore aumento del numero di contagi. Vedremo un effetto negativo tra due settimane. Non solo l’effetto più sorprendente di festeggiamenti per l’Inter, ma anche altre situazioni potrebbero dar luogo a una recrudescenza del virus, mentre le autorità sanitarie hanno suggerito che l’istituzione della zona gialla non può essere considerata “tutta libera”.

Leggi anche:

READ  Curva di flessione, ma ancora 34 morti. Più di 105mila prenotazioni di vaccini di oltre 80

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *