Europa League: Manchester United-Milan 1-1, Kjaer risponde a Diallo | notizia

Un colpo di testa del danese regala a Pioli un meritato pareggio. Inglese a venire con Diallo

Nella gara di andata delle fasi a eliminazione diretta di Europa League, Il Milan pareggia 1-1 con il Manchester United e tra 7 giorni a San Siro partirà con un leggero vantaggio. Grande partita per i rossoneri, che giocano meglio degli inglesi ma vengono puniti al 50 ‘dall’ex Atalanta Diallo, che beneficia di un’indecisione della difesa. Quando tutto sembra perduto al 92 ° minuto arriva il vantaggio vincente Kjaer che rende giustizia alla squadra di Pioli.

IL GIOCO
Lo splendido Milan fa bella figura all’Old Trafford, mette sotto il Manchester United per lunghi tratti di partita, fresco di fuga con i cugini del City e, alla fine, se c’è una rosa a cui il pareggio deve essere vicino è proprio quello di Pioli. Il recupero di testa di Kjaer rende giustizia solo in parte a quanto visto in campo, dove i Rossoneri Devils hanno fatto piccoli i Red Devils, troppo lenti per giocare e secondi fermi arrivando su palloni sporchi. In sette giorni a San Siro, Pioli avrà un piccolo vantaggio, ma nessuna distrazione visto che i ragazzi del Solskjaer sono implacabili fuori casa dove giocano molto meglio.

Manchester United e Milan si affrontano in un testa a testa per vedere chi ha il maggior numero di infortuni (7 padroni di casa, 8 milanesi) ma, come recentemente a Verona, gli ospiti sono più forti della sfortuna e attaccano subito gli inglesi che, un po ‘per scelta e un po ‘per colpa degli avversari, decidono di lasciare il possesso palla a Kessi e ai compagni. Ad un ritmo piuttosto lento, il Milan si sta affermando come una squadra tecnica e ben organizzata, quindi per più di mezz’ora del primo tempo sono agli italiani che manca solo la spinta vincente. Cosa che, a dire il vero, Kessie aveva trovato anche all’11 ‘con un destro preciso in corner, impresa annullata dal Var per un impercettibile tocco di braccio. Martial aveva fatto l’unica cosa positiva della sera prima, un sinistro alzato sulla traversa da Donnarumma. Si parlava di un Milan in pieno controllo, ma al 38 ‘rischiava di sprofondare quando un colpo di testa di Bruno Fernandes trova Maguire sul secondo palo che, a pochi centimetri dalla porta, va a segno contro il palo. Uno scatto che, se ripetuto 10 volte, probabilmente entrerebbe comunque in gioco.

READ  Giro d'Italia, 20 ^ tappa (Alba-Sestriere): vince Geoghegan Hart, Hindley in rosa

Solskjaer sembra stia tirando fuori la wild card dalla panchina, quando getta nella mischia l’ex talento del vivaio dell’Atalanta Amad Diallo. La classe del 2002 impiega solo 5 ‘per sbloccare la partita, approfittando di un’incertezza collettiva tra Dalot, Tomori e Donnarumma: bravo a tagliare tra i due difensori, il baby fenomeno ha pagato 37 milioni di euro con di testa all’indietro il portiere rossonero rimasto a metà Là. Sono i minuti più difficili per il Milan, che scivola pericolosamente ma col passare dei minuti riprende il filo della partita trascinata da un favoloso Kessie. Henderson in tuffo gli rifiuta il gol (58 °) poi, dopo alcuni tentativi infruttuosi di Krunic, i Red Devils divorano il raddoppio: Greenwood sul secondo palo per James, che da pochi passi da solo colpisce a lato (72 ‘). È l’ultimo respiro dei padroni di casa, che pensano solo a difendersi. Una strategia che sembra premiare Solskjaer, che non aveva ancora accettato l’invidia di questo Milan e di Kjaer.

BOLLETTINI
Diallo 6.5
– Solskjaer lo inserisce ad inizio ripresa per l’offensiva Marziale e le’x Atalanta impiega solo 5 ‘per ripagare la fiducia del suo allenatore. Il primo gol con lo United è di fondamentale importanza in vista del ritorno.
Bruno Fernandes 6.5 – Gioca a ritmo come tutto lo United, poi si accende per un quarto d’ora nella ripresa e regala a Diallo l’assist per 1-0.
Maguire 5 – Ok, il suo lavoro non è lasciare che gli attaccanti segnino, ma è davvero serio e inaudito colpire un palo a pochi centimetri da una rete vuota. Un errore gravissimo che non può non condizionare il suo giudizio.

READ  primo anello di Giorgia Villa. Caccia allo scudetto - OA Sport

Kessie 7.5 – Un’altra straordinaria prova del centrocampista ivoriano, vero maestro del campo e pilota. Aveva trovato anche il gol, ben fatto, ma il Var lo annullava per lui con un impercettibile tocco del braccio.
Kjaer 7 – Attento come al solito in difesa, la sua testa in pieno recupero evita le prese in giro del diavolo. Determinante.
Donnarumma 5.5 – Attento a Marziale e nelle uscite, ha sulla coscienza il gol di Diallo, rimasto colpevole a metà del lancio di Bruno Fernandes per l’ex Atalanta.

LA TAVOLA
MANCHESTER UNITED-MILAN 1-1
Manchester United (4-2-3-1)
: Henderson 6; Wan-Bissaka 5,5 (29 ‘st Williams 6), Bailly 6, Maguire 5, Telles 5,5; Matic 5.5, McTominay 5; James 5 (29 ‘st Shaw 6), Bruno Fernandes 6,5 (29’ st Fred 6), Martial 5 (1 ‘st Diallo 6,5); Greenwood 5.5. A disposizione: Grant, Bishop, Lindelof, uanzebe, Shoretire. tutto.: Solskjaer 5
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma 5,5; Calabria 6,5 ​​(29 ‘St Kalulu 6), Kjaer 7, Tomori 6, Dalot 6; Meite 7, Kessie 7.5; Saelemaekers 6 (24 ‘st Castillejo 6), Diaz 6 (24’ st Tonali 6), Krunic 6; Leao 5.5. A disposizione: A. Donnarumma, Tatarusanu, Gabbia, Tonin. Tutto.: Pioli 7
Arbitro: Vincic (Slovenia)
Marcatori: 5 ‘st Diallo (M), 47’ st Kjaer (M)
Ammoniti: Saelemaekers (M), McTominay (M)
Escluso: –
Da notare: –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *