Ferrari, avvertimento a Carlos Sainz da un ex collaudatore

In un’intervista con Corriere dello Sport spagnolo Pedro De La Rosa ha commentato l’arrivo di Carlos Sainz a Ferrari per il campionato del mondo di Formula 1 che sta per iniziare. Il giovane figlio d’arte iberica ha fatto suo ieri e mercoledì primi turni guidare un Rosso Maranello guida sul circuito Fiorano il SF71H, l’auto del campionato del mondo 2018.

De La Rosa ha un passato fatto di 105 Gran Premi in Formula 1 tra 1999 e il 2012 guida Frecce, Giaguaro, Mclaren, Pulito (con motori Cavallino) e HRT poi nel 2013 e 2014 è stato anche pilota collaudatore per il team di Cavallino Rampante: “La Ferrari è più di un team di Formula 1, va oltre – ha commentato -. Sono rimasto lì solo due anni come pilota collaudatore, ma per me è stata un’esperienza unica. Tutti i piloti sognano di poter guidare una Ferrari prima o poi. Ti segna per sempre. Carlos deve esserne orgoglioso ”.

Il quasi 50enne ex pilota di Barcellona (avrà mezzo secolo il 24 febbraio), ma dal culmine della sua esperienza, lancia un avviso importante al suo giovane connazionale, che sta per vivere la sua più grande avventura in monoposto: “La pressione a Maranello è enorme. Ma lo è cinque stagioni di esperienza in Formula 1 e la sua ultima alla McLaren è stata spettacolare. Non deve pensare al contesto globale o al recente passato della Scuderia, ma solo alla guida. Andare in Ferrari è un’opportunità unica ed è pronto ”.

Infine De La Rosa ha commentato il prossimo ritorno in Formula 1 del Fernando Alonso con il Alpino, es Renault, dopo due stagioni di assenza: “C’è un’enorme attesa, sono il primo ad aspettarla. Dopo molti anni abbiamo di nuovo due piloti molto forti in due squadre molto buone. La Spagna non ha le Ferrari, le nostre Ferrari sono i grandi piloti ”.

READ  "La crescita serena ed evidente di Inter e Juve"

OMNISPORT | 29/01/2021 16:32

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *