Folle e problemi su strade, ferrovie e Schiphol a causa della Pentecoste |  ADESSO

Folle e problemi su strade, ferrovie e Schiphol a causa della Pentecoste | ADESSO

Gli utenti della strada, i passeggeri dei treni e i viaggiatori a Schiphol hanno riscontrato problemi sabato a causa di ritardi. Molti olandesi hanno dovuto guidare lentamente in Germania e in Francia a causa della folla in vacanza, i treni Randstad in particolare sono stati cancellati per mancanza di personale e le code a Schiphol erano di nuovo ben oltre la sala partenze.

In Germania, sabato mattina, il traffico stava guidando lentamente a sud di Monaco verso l’austriaca Kufstein, riferisce l’ANWB. Il ritardo qui è stato fino a un’ora e mezza. È anche molto trafficato sulla strada per il Tauerntunnel via Salisburgo.

In Svizzera ci sono ingorghi al tunnel del Gottardo e al tunnel del San Bernardino, ancora più trafficato. In Francia, gli utenti della strada principalmente sulla A7 tra Lione e Valence stanno subendo ritardi, in parte a causa del maltempo.

Il traffico ferroviario in particolare a Randstad ha avuto molti problemi a causa di guasti ai treni dovuti alla carenza di personale presso il NS. I problemi si sono verificati sulle rotte Amsterdam-Alkmaar, Amsterdam-Utrecht e Utrecht-L’Aia. Ciò ha comportato un tempo di viaggio aggiuntivo.

NS e Schiphol sono a corto di personale

Ci sono circa millecento posti vacanti nelle ferrovie. La compagnia ferroviaria è a corto non solo di macchinisti e conduttori, ma anche di personale informatico, meccanico, personale di sicurezza, addetti ai servizi e personale di negozio nelle stazioni.

A causa della grande folla, le code all’aeroporto di Schiphol si sono nuovamente formate all’aperto. L’aeroporto sta lottando con la mancanza di personale in questa stagione primaverile, il che significa che i tempi di attesa dei passeggeri stanno aumentando notevolmente. Lo stesso Schiphol descrive la folla di sabato come “gestibile”, ma sui social stanno circolando messaggi di viaggiatori scontenti che hanno dovuto aspettare per ore.

READ  Afghanistan, l'ambasciata americana agli americani: "Lasciate il Paese"

“Non credevo all’inferno finché non sono arrivato a Schiphol”

Un viaggiatore ha scritto su Twitter: “Non credevo all’inferno fino a quando non sono arrivato a Schiphol oggi”. Il post include foto di lunghe code, dentro e fuori le sale partenze.

A causa della folla durante il fine settimana di Pentecoste, anche il personale dell’ufficio è stato schierato per gestire la folla in aeroporto. Tali dipendenti partecipano, tra l’altro, alla verifica degli orari di volo dei passeggeri, che sono autorizzati ad entrare nelle sale partenze entro e non oltre quattro ore prima del volo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *