Gerard Pique difende il controverso accordo da un milione di dollari con la Federcalcio spagnola

Gerard Pique difende il controverso accordo da un milione di dollari con la Federcalcio spagnola

Gerard Pique difende il controverso accordo da un milione di dollari con la Federcalcio spagnola

Il sito di notizie ha avuto accesso a documenti e messaggi audio privati ​​tra Pique e il presidente della RFEF Luis Rubiales. Secondo El Confidenziale la Federcalcio spagnola riceverà 40 milioni di euro a stagione per ciascuna delle sei edizioni che si svolgeranno in Arabia Saudita dal 2020 (240 milioni di euro in totale), mentre Kosmos riceverà 4 milioni di euro a stagione, ovvero 24 milioni di euro in totale .

“Pique è stato determinante nel negoziare l’hosting della Supercoppa spagnola in Arabia Saudita e ha ricevuto un trattamento preferenziale da Rubiales durante questo processo per motivi da determinare. Un portavoce di Pique ha negato di aver ricevuto alcun trattamento speciale”, ha detto. El Confidenziale.

Nessun pagamento diretto

La prima edizione della Supercoppa di Spagna in Arabia Saudita si è svolta a gennaio 2020, con Barcellona, ​​Real Madrid, Atlético Madrid e Valencia. Il Real Madrid ha ottenuto la vittoria assoluta dopo aver battuto l’Atlético ai rigori in finale.

Poche settimane prima di questa prima edizione, Rubiales aveva confermato in conferenza stampa che Kosmos era intervenuto nelle trattative con l’Arabia Saudita. Ha proseguito sottolineando che la FA non ha effettuato pagamenti diretti alla società fondata da Pique. Ciò ha impedito una violazione del codice etico.

attacco informatico

Giovedì, la RFEF ha affermato di essere stata vittima di un “attacco informatico nell’ambito di un’azione criminale”. La federazione ha riferito che erano stati rubati “documenti privati, conversazioni e audio del presidente e del segretario generale”.

Sul giornale sportivo marca lunedì il sindacato ha affermato che “queste informazioni non aggiungono nulla di nuovo a quanto reso pubblico nel 2019″. “Tutte le cifre della transazione sono state presentate, spiegate e votate dall’assemblea. Questo fa parte della campagna intimidatoria a cui siamo abituati”, ha affermato un funzionario federale in una nota. marca

“Non ho nulla da nascondere”

Nella tarda serata di lunedì, lo stesso Pique si è rivolto alla stampa tramite il canale di streaming di Twitch. “Sono molto orgoglioso di questo accordo, perché è estremamente importante per il calcio spagnolo”, ha esordito lo spagnolo. “È completamente legale e secondo me non c’è conflitto di interessi. Non prenderò decisioni in base a ciò che pensano gli altri e non ho nulla da nascondere. C Ecco perché ora sono pronto anche a rispondere alle domande, se necessario, fino alle tre del mattino.

READ  Joey Veerman deve fare il suo posto nella formazione del PSV

“L’unica cosa illegale è che i file audio sono stati divulgati alla stampa”, ha continuato Pique. “E lo hanno fatto con cattive intenzioni. Non devi essere intelligente per sapere chi c’è dietro. La notizia è uscita nel 2019, basta guardare i giornali. Non era nemmeno una notizia in quel momento. E ora, tre anni dopo, quegli audio sono trapelati ed è improvvisamente una grande notizia.

Secondo Pique, non è affatto un problema fare questo tipo di attività come calciatore professionista. “Se dici che influisce sui miei giochi, non hai idea di chi io sia. È lanciare ‘merda’ per lanciare ‘merda’. Posso benissimo separare un accordo commerciale dal calcio.

Fonte: El Confidential/Marca/Het Nieuwsblad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *