Casa di riposo in quarantena nel weekend di Pasqua: “Mettere in sicurezza la salute dei residenti” (De Pinte)

Casa di riposo in quarantena nel weekend di Pasqua: “Mettere in sicurezza la salute dei residenti” (De Pinte)

© JDD

La pinta

Dopo che diversi membri del personale sono risultati positivi al coronavirus lo scorso venerdì, il medico coordinatore di Scheldevelde ha deciso di chiudere il centro di assistenza residenziale per precauzione. Il WZC ha riaperto lunedì, ma con regole rigide.

José Dekeukeleire

La quarantena ha suscitato molte reazioni deluse da parte dei parenti dei residenti. La colazione di Pasqua è stata annullata e ai residenti non è stato permesso di celebrare la Pasqua con le loro famiglie, né nella WZC né durante le visite ai bambini e alla famiglia.

Tuttavia, una direttiva del governo fiammingo ha previsto un minimo di visita già da metà marzo. Nessun residente è ancora risultato positivo a Scheldevelde, ma anche in questo caso si applicano diritti di visita limitati, a condizione che vengano prese le necessarie precauzioni.

30 minuti

Da lunedì è autorizzata la visita di una persona alla volta per residente e limitata a 30 minuti, purché si igienizzino le mani e indossino la mascherina FFP2. Le visite si svolgono preferibilmente all’esterno o possibilmente nella stanza se la finestra assicura una buona ventilazione.

Si sconsiglia vivamente di lasciare il WZC, così come di visitare i residenti che risultano positivi. L’Assessore agli Affari Sociali e alla Salute Kathleen Ghyselinck (CD&V): “Speriamo con questo sviluppo di soddisfare i bisogni e le esigenze di ogni residente e della sua famiglia e di preservare la salute di tutti i residenti”.

READ  Il "pianeta specchio" molto caldo e luminoso confonde gli astronomi: "Non dovrebbe esistere" | Scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *