Giorgetti: Pnrr soffocato dalla burocrazia italiana ed europea

Giorgetti: Pnrr soffocato dalla burocrazia italiana ed europea

Il ministro dell’Economia critica la burocrazia europea che ostacola il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha sollevato preoccupazioni riguardo al mix micidiale di burocrazia italiana ed europea che sta mettendo in crisi il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Durante la convention del partito Identità e democrazia “Winds of Change” a Roma, Giorgetti ha criticato l’approccio dell’Europa che sembra ostacolare gli sforzi italiani per creare un campione europeo competitivo.

Giorgetti ha citato il caso dell’ex compagnia aerea Alitalia, ora Ita, come esempio di come l’Europa stia mettendo i bastoni tra le ruote all’Italia. Ha sollevato dubbi sulla capacità dell’Europa di favorire lo spirito imprenditoriale, sottolineando la necessità di eliminare gli ostacoli burocratici per consentire la crescita economica.

Il ministro ha esortato a una maggiore collaborazione tra l’Italia e l’Europa, sottolineando l’importanza di superare le barriere burocratiche che impediscono lo sviluppo e l’innovazione. Ha evidenziato la necessità di riforme strutturali che possano favorire la competitività del Paese e ha sottolineato l’importanza di un approccio più pragmatico e meno burocratico.

Giorgetti ha concluso il suo intervento con un appello all’Europa affinché dia maggiore spazio all’iniziativa e all’imprenditorialità, garantendo alle nazioni la libertà di agire per il proprio sviluppo economico. La critica del ministro evidenzia la necessità di affrontare le sfide burocratiche che minano la crescita e la competitività dell’Italia e dell’Europa nel suo complesso.

READ  Hamelin Prog: Manovra, aumento delle tasse sulla vendita di immobili ristrutturati con il Superbonus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *