Gli elicotteri a New York sono un problema

Secondo aAnalisi dal sito di notizie di New York La città sui dati raccolti tramite 311 – il portale ufficiale della città di New York – a ottobre 2020 i reclami per rumore provocato dagli elicotteri in volo sulla città sono stati 7.758, il 130% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo la gente del posto che ha fatto le segnalazioni e i politici che hanno cercato negli anni di limitare il problema, le denunce sono aumentate per diversi fattori, ma il problema alla radice è uno: a New York City non esiste un organismo che regoli il volo degli elicotteri.

Il capo dell’Associazione dei residenti di Brooklyn Heights, Lara Birnback, ha detto che quando si cerca di passeggiare per il Brooklyn Bridge Park o lungo la East River Bay vicino al famoso ponte di Brooklyn, un elicottero passa ogni due o tre minuti. Durante un incontro tra i residenti del benestante Upper West Side di Manhattan, una donna si è lamentata del fatto che “il rumore di questi elicotteri, sette giorni su sette” è così forte che “non riesce nemmeno a sentirsi. Riposa”.

Oltre all’Upper West Side, molte segnalazioni sono arrivate anche da diversi altri quartieri del Queens e di Brooklyn, dove vive Birnback, ma soprattutto da un quartiere di residenti dell’area tra la 14a e la 59a strada a Manhattan: l uno dei quartieri più frequentati elicotteri turistici, che sorvolano alcuni dei grattacieli più iconici di New York, come l’Empire State Building o il Chrysler Building.

Secondo il parlamentare democratico Carolyn Maloney, che nel 2019 ha proposto di vietare tutti i voli in elicottero “non essenziali”, l’aumento dei reclami nell’ultimo anno è stato dovuto a una serie di motivi, tutti principalmente legati alla pandemia di coronavirus. Nel frattempo, milioni di persone hanno trascorso più tempo a casa, prestando maggiore attenzione ai rumori esterni, quando normalmente sarebbero stati in movimento o al lavoro. Parallelamente durante la pandemia si sono diffusi anche servizi di trasporto privato in elicottero per i pendolari piuttosto abbienti, come quello della start-up Blade, una sorta di elicottero Uber.

READ  Biden: "Lontano dall'Afghanistan il 31 agosto, finisce la guerra più lunga d'America"

Inoltre, secondo Maloney, ha influito anche la grande copertura dei canali televisivi sfilate e manifestazioni contro il razzismo innescate dalla morte di George Floyd, l’uomo afroamericano ucciso da un agente di polizia di Minneapolis in un violento arresto il 25 maggio 2020.

Secondo aAnalisi dell’Associazione dei residenti di New York BetaNYC citata da Frenato – il sito di Rivista di New York che si occupa di immobili, architettura e urbanistica: la maggior parte degli elicotteri che hanno sorvolato Manhattan tra marzo e dicembre 2020 e sono rimasti sotto i 2.500 piedi (circa 750 metri) erano voli turistici o privati. Poi vengono gli elicotteri delle televisioni, quelli delle forze dell’ordine e quelli utilizzati per il pronto soccorso e gli ospedali.

Le associazioni dei residenti segnalano da anni il problema del rumore degli elicotteri e negli ultimi mesi hanno anche lanciato petizioni, ma finora il problema è stato solo parzialmente risolto.

Il punto è che se gli elicotteri volano a meno di 1.200 piedi (circa 366 metri), possono farlo quando e per tutto il tempo che vogliono: infatti, anche se i singoli eliporti stanno monitorando i loro voli, non c’è nessuna agenzia responsabile per regolare il traffico o, ad esempio, raccogliere dati sull’inquinamento acustico.

READ  L'ultima sfida di Trump: inversione di tendenza all'Epifania e guerra per il Senato

Robert Gottheim, un aiutante del membro del Congresso democratico Jerrold Nadler, un altro politico impegnato a risolvere il problema, spiegato a Frenato che il traffico di elicotteri che volano a queste altitudini non è gestito dalle torri di controllo dell’aeroporto La Guardia o JFK, né controllato dalla Federal Aviation Administration (FAA), che è l’agenzia federale statunitense responsabile della sicurezza. controlli.

Nel tentativo di alleviare il problema, nel marzo di quest’anno Nadler, Maloney e altri funzionari del governo locale hanno annunciato la reintroduzione di una versione aggiornata delLegge sulla sicurezza degli elicotteri, una legge che mira a limitare il volo di elicotteri “non essenziali” su New York.

– Leggi anche: Volare un aereo non è come andare in bicicletta

Uno dei problemi principali è che le regole dello Stato di New York non si applicano agli elicotteri in partenza dal New Jersey, dove hanno sede molte agenzie di viaggio che organizzano tour della città. Nel 2016, l’amministrazione del sindaco Bill de Blasio ha stabilito che gli elicotteri turistici in partenza dalla città potevano sorvolare solo il fiume Hudson, che scorre a ovest di Manhattan e separa New York dallo stato del New Jersey.: Elicotteri dal New Jersey Tuttavia, possono andare dove e quando vogliono, purché siano al di sotto dei fatidici 1.200 piedi.

Il presidente del distretto di Manhattan Gale Brewer ha detto a Frenato che le associazioni hanno incontrato “tutte le persone che potrebbero incontrare”: la FAA, la Area Helicopter Operators Association, il governo della città e il New Jersey, “ma non possiamo dire al New Jersey Jersey cosa fare, e non possiamo” legge federale ‘che in qualche modo costringe lo stato ad allinearsi alle regole di New York. Secondo Maloney, tuttavia, il New Jersey ha pochi incentivi a cambiare le cose, poiché le società con sede lì guadagnano molto e non sono i cittadini del New Jersey che “devono sopportare questa situazione”.

READ  Il Perù vota il presidente: professore marxista che sfida i grandi affari contro la figlia del dittatore Fujimori

Tra le altre cose, annunciando la reintroduzione dell’Helicopter Safety Act, Nadler ha sottolineato che oltre a causare rumore e disturbo ambientale, gli elicotteri sono anche una preoccupazione per la sicurezza dei residenti di New York.

Infatti, dal 1982, a New York City si sono verificati 30 incidenti con elicotteri, provocando la morte di 25 persone. Nel giugno 2019 è morto il pilota di un elicottero precipitato sul tetto di un grattacielo di Manhattan, mentre cinque persone erano morte in un elicottero l’anno precedente cadde nell’East River. Uno dei più famosi incidenti in elicottero è avvenuto nel 1977 quando un elicottero che era appena atterrato sul tetto del Grattacielo della compagnia aerea Pan Am si è rotto ed è caduto di lato: il rotore è caduto dal veicolo e cinque persone sono rimaste uccise da una delle sue enormi lame, che poi si è schiantata su Madison Avenue, a un isolato di distanza, provocando altri danni.

(Foto AP / Ron Frehm)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *